Recensione “Sognando la verità” di Simone Leoni

 

 

 

Leonardo è un ragazzo misteriosamente finito in un mondo irreale, ed è afflitto da dolori fisici costanti, sensazioni particolari e allucinazioni. Giovanna è una donna alla disperata ricerca di una cura per il figlio malato di atrofia muscolare degenerativa, ed Elisabetta è una ragazza traumatizzata dall’incidente stradale del fidanzato. Le tre storie a un certo punto convergeranno in un unico tessuto narrativo, in cui il verosimile si alternerà sorprendentemente all’inverosimile.

Irrealtà, realtà, sogno.

Sono arrivata a metà libro e la confusione tra realtà e irrealtà regnava sovrana.

Mi sono persa per strada quando le tre storie di Leonardo, Giovanna ed Elisabetta si convergono in un’unica direzione.

Buono l’incipit, un po’ meno “spiegato” lo sviluppo della trama.

Temi difficili da trattare e forse l’autore, con questo “escamotage”, sostituendo la realtà con il sogno, voleva creare qualcosa di diverso.

Eutanasia, disabilità grave, lutti, incidenti, traumi, temi trattati con la giusta “superficialità”, l’unica pecca: poche pagine per far sì che venga ben elaborato il concetto, e sviluppare in modo adeguato una buona trama.

firma Claudia

 119 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA