Recensione “Attraverso la parete” di Evelina Proli

 

 

 

Ci sono alcuni strappi che non possono essere ricuciti, mancanze che si avvertono nel profondo dell’animo e che fanno sentire soli in maniera inconfondibile. Lo sa bene Sofia, giovane musicista di Roma, sempre alla ricerca di quello che manca senza mai diventare protagonista delle proprie giornate. La distanza emotiva della giovane donna sembra quasi trovare conferma nella sua decisione di passare qualche tempo, da sola, nella casa al lago della propria famiglia. Tuttavia, è proprio nella solitudine autoimposta che Sofia si troverà faccia a faccia con i propri demoni interiori e le proprie paure, per non perdere una felicità che ora, finalmente, può percepire come autentica.

Una storia breve, forte, profonda, toccante, che ti sfiora l’animo con le sue parole ricche di amore, dolore, indelebili, che insieme formano un perfetto yin yang.

La storia racconta dell’amore indissolubile e unico tra una madre e la propria figlia fin dai primi istanti di vita, dentro al suo ventre. Mi ha colpita come questa piccola creatura riesce tramite la fantasia a creare una stretta connessione mentale con la madre, vivendo le emozioni associate a dei colori.

Sofia cresce con una sofferenza interiore enorme, un macigno che riesce però a smussare grazie alla sua grande forza interiore, che ho ammirato fin da subito.

Una donna che con le sue tante fragilità riesce a sentirsi felice e grata di ciò che la vita le ha dato, accettando ciò che gli ha portato via.

Stefano e i suoi genitori, Cristina e Sergio, sono il riflesso della tipica famiglia del Mulino Bianco, felici nella loro umile vita quotidiana, pronti a donare amore in quantità smisurata.

Per finire abbiamo Federico, non meno importante rispetto agli altri, lui è un ragazzo che sopravvive ad un infanzia infelice e rinasce grazie alla sua arte, dove riscopre la vera essenza nella sua esistenza.

La scrittrice ha saputo invadere la mia anima, è riuscita a farmi entrare subito nella storia grazie alla sua delicatezza, sensibilità e profondità sprigionate dalle sue parole.

Una lettura che consiglio!!

zara

ELEONORA

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *