“Ristrutturazioni necessarie” di Kate Canterbary – Recensione

 

 

 

Ai suoi fratelli piaceva prenderlo in giro.
Damerino, fissato, playboy.
Ma era il suo modo di reagire a un passato di dolore.

Sam è un perfezionista con molte imperfezioni.
Riesco a leggere le donne meglio di qualsiasi progetto. So cosa vogliono e so cosa prendere da loro, prima di liberarmene, ogni volta.
Tutto cambia quando Tiel Desai irrompe nella mia vita, dando una nuova definizione all’amicizia, facendola sembrare la cosa più sporca ed eccitante mai vissuta.
Non riesco a comprendere la stupenda violinista, ma lei è l’unica a impedirmi di andare in frantumi ed è la sola che non voglio e non posso lasciar andare.

Tiel è geniale, stravagante, indipendente.
Mi sono dovuta allontanare dal mio passato e dalla mia famiglia, per poter essere me stessa. Ora suono, insegno, aiuto bambini in difficoltà con la musicoterapia, e bazzico il panorama musicale underground di Boston con un architetto tatuato, tormentato e bello in maniera irritante.
Sono senza difese quando mi bacia, quando balliamo seminudi, quando le coccole fra di noi diventano sesso.
Sam Walsh è il mio pensiero fisso, una canzone che suona a ripetizione nella mia testa. Vorrei di più da lui, ma so che potrebbe finire da un momento all’altro.

L’unica cosa che hanno in comune è la mancanza di rispetto per le regole.
L’uno troverà nell’altra qualcosa di cui non credevano di aver bisogno.
Ma imparare a stare insieme non sarà affatto facile.
Per evitare che la struttura crolli, saranno necessari degli interventi individuali di ristrutturazione.

Eccoci al terzo appuntamento con i fantastici fratelli Walsh. Se non avete ancora letto i primi due, beh, vi consiglio vivamente di correre e cliccare, perchè oltre alle trame tremendamente brillanti e da cuori e fiori, l’autrice, secondo me, vale ogni singolo minuto speso a leggerla.

In questo capitolo conosciamo meglio Sam, il più strano della famiglia, vuoi per le sue paranoie, vuoi per le sue malattie o vuoi per il suo carattere, ma ero curiosissima di leggere di lui. Cosa succede se un maniaco ossessivo compulsivo incontra una donna “strana” e stravagante che soffre di sindrome dell’attenzione?

Il botto è assicurato, e tra alti e bassi nella storia tra i due vi renderete conto, capitolo dopo capitolo, che sono proprio le imperfezioni a rendere perfetta questa relazione.

Mi sono innamorata di Sam, delle sue paure, del suo passato che tenta di celare dietro ad abiti firmati e sesso senza senso, dietro a sorrisi falsi e finta sicurezza. Mi sono sentita subito attratta da Tiel, dai suoi colori, dalla sua musica e dal suo modo di pensare, che arrivata alla fine del libro non sapevo per chi fare il tifo.

Una storia d’amore travagliata, ma che merita sicuramente di essere letta.

A chi sarà dedicato il prossimo libro? La vedova nera o Rhode Island? Non lo so ancora, ma a chiunque appartenga lo voglio ora!

La Canterbary ti cattura nelle sue storie e tra le sue parole e non ti lascia andare.. MAI!

ELEONORA

 492 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *