Review tour “Vivere a colori” di Marina Sarracino

Alissia è di Napoli e “vive a colori” perché per lei tutto ha un colore, persino le emozioni e le persone.

Lei è “rossa” come la passione! È un’ottima studentessa, ballerina disciplinata, una ragazza responsabile, che rende fieri i suoi genitori… fino a quando non scopre il peggiore dei tradimenti: il suo ragazzo e la sua migliore amica.

Una delusione che capovolge il suo mondo, la vita si tinge di colori cupi e distruttivi, al punto da arrecare danni alla sua carriera scolastica e alla sua passione per la danza.

Diego è un ragazzo che, come tanti, è caduto nella spirale della droga e sembra non vedere via d’uscita, finché non conosce Alissia, che desidera riscattarsi agli occhi del padre, famoso psicoterapeuta. Diego non lo sa, vede Alissa come l’unica che sembra voler impegnarsi nella sua causa e aiutarlo a uscirne. Entrambi dovranno combattere con i propri demoni ed entrambi dovranno uscirne vittoriosi, se vorranno sopravvivere. Una storia d’amore e di speranza, di luce in fondo al tunnel, perché la vita è fatta di colori, se si usano i pennelli giusti.

Il mondo è pieno di colori, il mondo è fatto di colori. Quale migliore definizione si può dare alle emozioni, se non quella della miriade di colori che ci circonda?

Alissia definisce tutto il suo mondo attraverso i colori, verde invidia, blu pace, rosso passione, ogni persona che la circonda ha il suo colore, ogni persona tranne lui, Diego, il suo liberando, il suo riscatto agli occhi del padre. Un ragazzo indefinito, senza colore, apatico, una tela bianca su cui dipingere, un mondo da scoprire, un dolore da assorbire, un amore da far nascere.

Una storia di amicizia, Alissia e Cioccolato, una famiglia alle spalle ben piazzata, un ragazzo da salvare, Diego.

E se da salvare non ci sia solo Diego? Se anche lei deve combattere contro qualcosa d’intangibile?

Romanzo dal gusto adolescenziale dal quale traspare la voglia di vivere, di risalire dal fondo e uscire dal tunnel.

Mi è piaciuta molto la descrizione della nascita di questo amore “Disastro”, Alissia non sapeva definire con un colore le emozioni che provava e con una parola voleva rendere l’idea, per me rende molto l’idea nel suo contesto.

“Non accetteresti proprio per quello che sono?” – “No se oggi ci sei, ma domani puoi non esserci”, soltanto l’amore ha la capacità di farti ritrovare dalla cima al fondo di un vulcano esplosivo nel tempo di un respiro.

Una lettura non molto impegnativa, considerando il tema trattato, capace di lasciarti anche l’amaro in bocca, perchè non sempre la fine è essere felici e contenti, senza conseguenze.

L’altro volto della vita, l’altro mondo che spesso si vive, un amore tenero e una battaglia troppo grande da poter vincere da soli, eppure sentirti un gladiatore non sempre darà la vittoria nell’arena.

Molte frasi mi hanno colpito, molto frasi che rendono la lotta interiore dei protagonisti nei confronti di questo amore nato dal nulla “Tu sei l’undicesima piaga d’Egitto, che si è abbattuta nel continente sbagliato, il mio”.

“La felicità che sentivano dentro avrebbe dipinto con colori vivaci persino la pioggia, trasformandola in coriandoli”.

Un libro tutto da leggere, semplice, forse per una generazione in meno alla mia, ma a me ha fatto piacere leggerlo.

SENSUALITA’:

RECENSIONE A CURA DI: 

EDITING A CURA DI:

La nostra votazione

Pubblicato

in

,

da

Commenti

Una replica a “Review tour “Vivere a colori” di Marina Sarracino”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *