Review Tour “The royal trials. L’erede” di Tate James

 

Un re corrotto.

Una regina assassinata.

Una principessa perduta… adesso ritrovata.

Tanto tempo fa, le Prove erano un rituale sacro che permetteva a una regina di scegliere il proprio re.
Ma niente è stato più lo stesso nel regno di Teich, non da quando l’amata regina Ophelia è stata brutalmente assassinata.

La città di Ironforge ha svelato segreti importanti, ma il prezzo da pagare è stato atroce. Per le strade scorre il sangue degli innocenti, e mentre Rybet torna a Lakehaven il suo cuore è spezzato.

Per affrontare la corte e l’assassino di sua madre non le basterà solo il suo coraggio. Avrà bisogno delle abilità, dell’intelligenza e del supporto di quelli che la amano.

O perlomeno di quelli di loro che sono rimasti.

Combattuta tra amore e dovere, Rybet dovrà prendere una decisione che non avrebbe mai creduto di dover fare.

Questa principessa perduta farà tutto ciò che sarà necessario per arrivare al Golden Ball, anche a costo di sacrificare la sua stessa felicità.

Terzo ed ultimo libro della serie “The Royal trials”. L’autrice ci dice, nelle note dell’autore (assolutamente da leggere) che non ci sarà un seguito, ma potrebbe esserci un spin-off su Sagen, che penso sarebbe molto interessante leggere.

Come mi succede spesso, parto con una percezione e finisco per averne un’altra. Non sono un’amante della scene di sesso messe lì, quasi a caso, in qualunque momento, che i protagonisti siano felici, stanchi, arrabbiati, sotto pressione, vicini alla morte e chi più ne ha più ne metta. Troppe, davvero troppe scene di sesso!

Devo ammettere, però, che tutto il resto mi è piaciuto. Mi piace la scrittura scorrevole dell’autrice, lo stile narrativo e anche la storia. Mi è piaciuta la crescita dei protagonisti e anche il finale.

I personaggi sono particolari, molti impariamo a conoscerli nel tempo e alcuni cambiano, sia durante la narrazione che ai nostri occhi.

Consiglio.

firma Claudia

ELEONORA

 

 389 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *