Review Party “Vorrei solo poterti odiare” di Kennedy Ryan

 

 

 

Se Jared Foster avesse un dollaro per ogni volta che Banner Morales gli ha fatto saltare i nervi, sarebbe un uomo ricco. Se avesse un dollaro per ogni volta che lei l’ha rimesso al suo posto, poi, sarebbe miliardario. Jared è un agente sportivo di successo e Banner è la sua concorrente numero uno. Per lui i “no” non esistono. Sono semplicemente l’occasione per dimostrare quanto è bravo a convincere chiunque a fare affari con lui. Chiunque tranne Banner, ovviamente. Lei è convinta che riuscirà a vincere la sfida con il suo più grande rivale. E non lascerà che la fortissima attrazione tra loro si metta in mezzo…

Se nel primo capitolo della serie le lacrime e la rabbia scorreva a fiumi, in questo c’è un rancore durato anni, una passione smisurata e la diversità dell’altro che gioca sempre brutti scherzi.

Amo la scrittura della Ryan, riesce a trasportarti e a descrivere con semplici parole un cuore, una vita, un passato, odio e amore, passione e attesa.

I protagonisti “amici” nel passato, Jared e Banner, sono cresciuti e si sono allontanati, vivendo vite diverse.

Agenti dello sport, l’assassina con un cuore e il cattivo della situazione a distanza di dieci anni si ritroveranno a fare i conti con la situazione irrisolta e lasciata a macerare senza mai gustarne veramente il sapore.

“Lei è il giorno e io sono la notte. Quando il giorno e la notte sono assolutamente uguali, c’è l’equinozio. Banner è il mio equinozio. La mia pari.”

Oltre a loro entrano in gioco altri protagonisti che in un modo o nell’altro lasceranno l’impronta nella storia principale, ne decreteranno i tempi di attesa, il dolore e la rabbia.

Co-protagonisti che arricchiranno il romanzo, rendendolo unico nel suo genere e dando quel surplus al lettore, portandolo anche alla deriva di un cuore confuso tra passione e romanticismo.

“Non mi arrenderò finchè non sarai completamente mia, Banner, e non aspetterò a lungo… Lei è troppo per me, ma è proprio il fatto che io non sia adatto a lei che la renderà mia.”

E tra scelte e una malattia di mezzo, il loro amore vacillerà.

“Ti merita più di me.”

Questo capitolo ci ha svelato finalmente Jared nella sua interezza, arroganza, caparbietà, orgoglio, non cede facilmente ai sentimenti, li contrasta, li combatte, li vince.

“”Noi siamo perfetti insieme l’uno per l’altra, una coppia improbabile ma perfetta.”

 547 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *