Review party “UN UOMO DA BUTTARE” di MARIE SEXTON

Dopo quattro missioni in Afghanistan, Warren Groves non riesce a riabituarsi alla vita da civile. Negli ultimi dodici anni, si è guadagnato da vivere con lavori bizzarri, e spesso illegali, per conto dei meno fortunati di Denver. La sua vita privata è ugualmente insoddisfacente. Riesce a ricordare a stento l’ultima volta in cui ha fatto sesso, per non parlare di quando ha preso qualcuno in modo duro e veloce, come piace a lui. Il destino si mette in mezzo quando, per fare un favore a un amico, conosce un gigolò piuttosto giovane di nome Taylor Reynolds.
Taylor ha trascorso gli ultimi anni da solo, lavorando come gigolò, andando a casa di chiunque gli offrisse un pasto caldo e un posto dove dormire. Gli piace che usino un po’ di violenza su di lui e propone a Warren un’offerta che non può rifiutare: tutto il sesso che vuole, rude e sporco quanto vuole, in cambio di vitto e alloggio.
All’inizio Warren pensa di aver vinto la lotteria. Taylor è il coinquilino perfetto: cucina, pulisce ed è una bomba a letto. Tuttavia, nella testa di Taylor ci sono dei demoni oscuri e dei desideri ancora più oscuri. Innamorarsi di qualcuno instabile come Taylor è già abbastanza pericoloso, ma quando i bisogni del ragazzo diventano davvero autodistruttivi, starà a Warren decidere quanto lasciare che le cose si spingano in là.

La Sexton non delude mai! Penso di aver amato ogni suo libro, ogni volta che vedo una sua uscita mi luccicano gli occhi come i bambini la mattina di Natale.

Non sempre scrive libri facili, tutti i suoi libri hanno sempre qualcosa da insegnare, e mai come in questo caso l’insegnamento è stato così grande.

Warren, con il suo passato burrascoso e cicatrici che gli solcano il viso e l’anima, e Taylor, che si lascia affondare dalla marea nera che sono i suoi sentimenti, ci accompagnano durante la lettura di queste pagine. Pagine che ti straziano l’anima e ti fanno piangere il cuore, che ti fanno sentire il dolore dei protagonisti come se fosse il tuo, che ti fanno amare entrambi anche se sono spezzati, rotti, tenuti insieme solo da un sottile strato di colla.

Un passato difficile per entrambi, che cercano di superare ognuno a modo proprio. Un passato che si riflette sul futuro, facendoli sopravvivere e non vivere. Finchè l’amore non entra a far parte delle loro vite. Un amore che non si aspettavano e che in un primo momento non viene capito e viene rifiutato. I bisogni dell’uno che si scontrano con i desideri dell’altro. Un percorso duro e tortuoso che li porterà ad essere felici per la prima volta dopo anni.

Un libro “tosto”, sicuramente non adatto a chi non ha un’apertura mentale tale da accettare anche le cose che ai nostri occhi potrebbero sembrare assurde. Un libro a volte crudo, che viene stemperato solo dalla dolcezza e dalla vulnerabilità dei personaggi.

La scrittura della Sexton è fluida, accattivante e riesce a rendere la trama anche più intensa grazie alle sue doti da scrittrice.

Bellissimo, una montagna russa di emozioni che parte dal dolore fino a raggiungere l’amore.

Consigliato? Direi che avete aspettato già troppo prima di cliccare sul link di acquisto. E se la mia recensione non vi ha ancora convinto, date una sbirciata alla copertina…

Sensualità:

Recensione:

Editing:

 425 total views,  2 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA