Review Party “Tutta colpa del tight” di Silvia Calandra

 

 

Christine, reduce da un passato non roseo dal punto di vista sentimentale, ha finalmente trovato la sua strada tra le vie e i grattacieli di Manhattan. La sua vita gira intorno a una cosa sola: il lavoro.Solo l’amicizia con Sarah, l’unica collega con cui va davvero d’accordo, riesce a distrarla dalle lunghe giornate newyorkesi. Il suo carattere troppo spigoloso, infatti, non le ha consentito di circondarsi di amici nel corso del tempo… per non parlare degli uomini. Di loro è sempre meglio non fidarsi, non si dovrebbe mai abbassare la guardia.Di certo Chris non è preparata, in una giornata come le altre, a imbattersi in Thomas, nuovo stagista alle sue dipendenze, tremendamente sexy e dannatamente disponibile a esserle amico.Tra piccole bugie, viaggi intercontinentali e baci rubati… riuscirà Chris a trovare il suo nuovo equilibrio?*** Il romanzo è la riedizione, rivista e corretta di “L’amore sa di fragola”, autopubblicato nel 2017 ***

Eccomi con voi a parlare di questa piccola meraviglia.

Ho appena finito la lettura e il sorriso aleggia ancora sulle mie labbra. Un libro frizzante, emotivamente coinvolgente, con quel giusto bilanciamento tra amore e lacrime.

In pratica, nelle prime righe vi ho riassunto ciò che ho provato durante la lettura, ma posso assicurarvi che anche voi avrete lo stesso effetto una volta sfogliata l’ultima pagina.

Christine e Tom sono i protagonisti principali del libro, ma, senza i loro amici, il risultato finale non sarebbe lo stesso. Nonostante non siano loro sotto i riflettori dell’autrice, secondo me, hanno un impatto travolgente sul lettore.

Sono gli amici a rendere la storia, già di per sé avvincente, un’assoluta perfezione. Perché si sa, un mondo senza amici, un mondo senza una spalla su cui appoggiarsi, non sarebbe lo stesso.

A mio avviso, vera e indiscussa regina tra tutti, è nonna April. La amerete, ne sono stra-convinta.

Una storia che parla di amore, una storia che parla di speranza, ma soprattutto, una storia che riesce a portarti nel bellissimo e complicato mondo di Chris e Tom e dell’allegra combriccola, facendoti innamorare, senza se e senza ma, di ognuno di loro.

Una storia comunque non facile, dove il passato incombe sulla vita di Chris, dove un passato difficile da ricordare, mina la felicità e la serenità dei due ragazzi.

Una storia che si legge in un batter d’occhio, dove il tema spinoso e triste della violenza, viene raccontato in maniera impeccabile dall’autrice. È come se entrasse in punta di piedi nel cuore del lettore facendogli capire che anche le cose più brutte e toccanti, che anche le ferite dell’anima, possono guarire grazie all’amore e all’affetto.

La famiglia, pilastro di ognuno di noi, gli amici, che riescono a capirti con uno sguardo e a tirarti su il morale semplicemente con la loro presenza, e infine, l’uomo o la donna che il destino ha scelto per te, che solo con la sua presenza riesce a farti sentire completo.

Una storia che mi ha riempito di emozioni, mi ha commosso, ma soprattutto, mi ha lasciato con il sorriso sulle labbra.

Ben scritto, scorrevole, curato anche nei particolari e nei dettagli.

 

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *