Review Party “In ogni goccia di pioggia” di Giordana Schiattarella

 

 

 

Volume 1 della The Strobe Series

Si dice che quando si è rotti dentro è difficile persino respirare.Melissa ce l’ha dentro quella sensazione, se la porta dietro da anni. È lì, nel suo cuore, sempre pronta a ricordarle che la vita non è fatta solo per sorridere, ma anche per gridare fino a non sentire più nulla.Anima triste ma bella da morire, rotta, Melissa è fedele solo a se stessa. È colpa sua, soltanto colpa sua, se è successo quel che è successo, se la sua vita per lei perfetta è diventata all’improvviso impossibile da vivere. Perché nulla senza di lui ha più senso.Ha amato una sola volta e troppo. Ha amato un amore così grande da rimanerne schiacciata.Amare ancora non era previsto.La verità è che se ti convinci di qualcosa, poi avviene l’opposto.La verità è che la vita è imprevedibile. Non scegli se e di chi innamorarti. Succede.Arriverà lui a incasinarle la vita.Elijah Carsteirs, un ragazzo all’apparenza normale, che però porta con sé cicatrici molto simili a quelle di Melissa, un ragazzo che sembra incomprensibile, ma è al limite dell’incomprensibile che si può essere compresi.Nel momento in cui le loro vite si incrociano, tra i corridoi della UCLA, entrambi dovranno cominciare ad affrontare il passato, questa volta con consapevolezza, soprattutto quando nella vita di Melissa cominceranno a presentarsi eventi sempre più strani.Ma si è mai davvero pronti a fare i conti con le mancanze delle persone che amiamo? Con le bugie, i sotterfugi e l’amore? E quanto si è disposti a rischiare per amare di nuovo con la conseguenza di poter soffrire come o più di prima?

Se l’inizio è stato abbastanza lento, elementare a volte troppo “banale e scontato”, con protagonisti che non riuscivo ad identificare, a metà libro la storia si ridesta, coinvolgendo il lettore nel percorso intrapreso dai protagonisti.

Non so se questo romanzo sia l’esordio dell’autrice, non ho avuto modo di controllare la sua bibliografia, sto scrivendo di getto la recensione.

Non ho amato particolarmente la protagonista, l’ho trovata troppo infantile, di contro ho adorato il protagonista, Elijah, il suo senso di protezione, la sua indole da cavaliere, il suo coraggio e il dolore tutto da elaborare.

Ho ancora le lacrime agli occhi, il finale mi ha lasciato con il sapore dolce-amaro, molto amaro direi, ma Elijah ha raggiunto il suo scopo.

Melissa, Daniel, Elijah, Blue, Alex, Sara… tanti protagonisti per una serie che ci travolgerà di certo. Se il primo romanzo ha solo mancato qualche passo, i prossimi saranno tutti da gustare.

Il libro è quasi interamente scritto dal pov femminile, una sorta di trascrizione degli eventi in un diario… destinatario? Il suo primo amore, il suo primo dolore.

“Il dolore è la peggiore emozione dell’uomo.”

Tra sogni molto “reali”, promesse da mantenere ed un amore che cerca di insinuarsi nella nuova realtà, i protagonisti ci porteranno a verità nascoste, a racconti sbalorditivi, e a situazioni così irreali che lascia il lettore a bocca aperta.

“Ma se da un lato Elijah mi spingeva a stare sul chi va là, dall’altro mi attraeva inspiegabilmente.”

Lei era l’unica di cui non innamorarsi.

Identici nel dolore, simili nella rabbia, connessi nel cuore.

“Cosa hai fatto per meritarti? – Hai rapito il mio cuore.”

Non sopravvivere nel ricordo, vivere davvero.

“Mi avrebbe ritrovata sempre, in ogni goccia di pioggia che ci aveva visto… vivere.”

ELEONORA

 154 total views,  2 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA