Review Party “Il mondo di Sofia” di Chiara Cipolla e Davide Viaggi

 

 

 

 

Londra, 2019.

Terminato il Liceo, Sofia si è trasferita in Inghilterra per un periodo di riflessione. Il duro lavoro quotidiano in una spaghetteria si alterna al sogno di studi avveniristici al confine tra la biologia umana e i misteri della mente.

La sua vita monotona si colora improvvisamente quando incontra Peter, un vicino di casa affascinante come un supereroe della Marvel, alto, biondo e con due occhi verdi che incantano. Peter è il ragazzo perfetto: bello e sensibile, amante dell’arte e della filosofia ma, sopra ogni cosa, capace di ascoltarla.

Tra Peter e Sofia si accende un amore puro e profondo che però non doveva esserci. Peter, infatti, le nasconde la cosa più importante: lui è a capo di una squadra di ragazzi venuti da un altro Mondo e dotati di capacità soprannaturali, con il compito di proteggerla da Dominic, un nemico subdolo e potente.

Quando Dominic inizia ad uccidere uno dopo l’altro i suoi uomini, Peter vede sgretolarsi le proprie certezze, mentre il rapporto con Sofia fa esplodere in lui il conflitto tra il bisogno di amore e il senso del dovere.

La lotta finisce per coinvolgere anche Sofia in una spirale di omicidi, dubbi e rivelazioni, ma anche di ricerca interiore, maturazione personale e scoperta delle proprie capacità.

I protagonisti si rincorrono in una trama aggrovigliata, nella quale le loro vite si tessono con i fili oscuri della Storia. In gioco c’è l’inizio di una trasformazione epocale, che porterà l’uomo verso un futuro di crescita tecnologica, biologica e spirituale senza precedenti.

È un futuro che sembra già scritto e che invece dipende, fino all’ultimo, dalle scelte personali di ognuno di loro.

Ho delle premesse da fare in questa recensione.

Ho voluto fortemente uccidere l’autrice, ma poi le ragazze del blog mi hanno fermato, quindi volevo optare nel cavarle gli occhi, troppo cruento dite? Allora leggete il libro e scoprirete le mie vedute e conclusioni in merito.

Sconvolta per la trama, un urban fantasy che normalmente non è nelle mie corde, ma che invece l’ho reso mio e mi sono innamorata della trama, dei protagonisti (ma non dell’autrice, sono ancora dell’idea di ucciderla).

Sofia, una ragazza che sconvolgerà l’esistenza a Peter, una ragazza da proteggere, una ragazza da cui dipende l’esistenza dell’umanità.

Peter sarà l’”angelo custode”, colui che la proteggerà a costo della vita, ma che, ahimè, non riuscirà a controllare i sentimenti per lei, immergendosi ancora di più in quella storia di fantasia e di amore.

Una battaglia contro un certo Dominic, un essere misterioso che tenterà ad ogni costo a “impadronirsi” di Sofia.

Una trama abbastanza lineare penserete, un’umana, un essere paranormale, un amore impossibile e bla, bla, bla, eppure nel corso della storia cambiano gli eventi. Dominic farà il suo assalto migliore, riducendo al minino le forze a protezione di Sofia e quindi? Si ritroverà a conoscere il fratello di Peter, Tae, e continuare la sua generazione.

Ma, ecco che sul più bello Chiara e il suo pari Davide, macchiavellici fino alle ossa, sconvolgono la trama che già dava il suo bell’epilogo.

Mi sono ritrovata con il libro in mano a dire “No, Chiara, non puoi farmi questo, ti prego, cambia, cambia direzione, dammi il mio dannato finale.”

Ragazzi, sono rimasta sconvolta con il kindle in mano, a decifrare quel finale inatteso, tra le lacrime, ed inconcepibile (nel senso buono del termine, intendiamoci), che da dove cavolo l’ha tirato fuori ancora non lo so, eppure i capitoli andavano nella giusta direzione.

Mi ha stravolto le certezze, il cuore, facendomi innamorare nuovamente nel dolore, e a pensare a quell’amore eterno solo nei sogni.

Scritto in terza persona darà una vasta panoramica agli eventi, spiegando ed elaborando concetti e vicende che i singoli pov non potevano essere in grado di fare.

Sono tanti i personaggi che entrano in gioco, Sofia, Tae, Peter, Dominic, Petra, come tante sono le ambientazioni, viaggeremo tra Londra, la Romania e la Corea del sud.

Vedremo il fiore Ibisco sotto un’altra prospettiva, pensando solamente alla sua immortalità.

Ci crogioleremo tra Mutanti, superpoteri, uomini del futuro, identità, anima e corpo.

“Riconobbe l’amore che va oltre l’amore, la tessera di un puzzle che fra tante si assomigliano aveva trovato l’incastro perfetto con la sua identità.”

firma Claudia

 721 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *