Review Party “Il corvo bianco” di J.L. Weil

 

 

 

È bastato un solo secondo, un’agghiacciante telefonata nel mezzo della notte, e la mia vita è cambiata.

Dopo la morte di mia madre, mio padre spedisce me e mio fratello su un’isola, Raven Hollow, a trascorrere l’estate con una nonna che non abbiamo mai conosciuto.

Niente sembra andare per il verso giusto, almeno finché non conosco Zane Hunter, un ragazzo che, all’improvviso, rende interessante il mio soggiorno sull’isola. Un metro e ottanta di bellezza e un accenno di fascino celtico nella voce, Zane è la tipica persona che lascia dietro di sé una scia di cuori infranti.

Ma io ho già sofferto abbastanza.

Per quanto cerchi di stargli lontana, però, Raven Hollow non è grande abbastanza per riuscirci e la tensione fra di noi è innegabile.

Quando il passato torna a terrorizzarmi e qualcuno prova a uccidermi, l’unica persona che voglio evitare diventa il mio salvatore. Più mi avvicino alla verità, più scopro che tutto ciò che conosco è una menzogna. Ma non so cosa mi spaventi di più: i tentativi di porre fine alla mia vita o il ragazzo la cui anima e il cui cuore sono sincronizzati ai miei?

Ecco approdata ad un altro paranormale, l’ultimo mi aveva deluso, quindi avevo riposto in queste grosse aspettative.

Un paranormale misto ad un young adult, due giovani ragazzi che si scontrano, si allontanano eppure inevitabilmente si attirano, come due poli opposti di una calamita, come una falena con il fuoco e la luce.

Il mietitore e il corvo bianco, cosa avranno in comune?

Tutto non è come appare, misteri ed esseri sovrannaturali si accavallano lasciando il lettore esterrefatto e incredulo, bramoso di scoprire cosa si cela sotto “mentite spoglie” e cosa lega cornacchie e corvi bianchi? Un patto, una promessa di matrimonio, un fratello di troppo e l’altro sbagliato.

La falce della Morte che incombe sulla sua nuova vita e una nonna che sembra nascondere qualcosa.

In questa nuova cittadina Raven Hollow tutto sembra anormale, il sovrannaturale è pane quotidiano, ma lei cosa c’entra in tutto questo?

“Tu sei il cuore di tutto.”

Questa è l’unica certezza che ha Piper, un amore agli inizi da soffocare, il suo destino da scoprire.

Non so cosa ci riserverà il capitolo successivo, ma questo ha aperto le porte alla fantasia più sfrenata.

Ho adorato i protagonisti e il loro alone di mistero, durante la lettura immaginavo di vivere nel mondo paranormale, brandendo spade scintillanti, o proteggendo principesse in difficoltà. Fantasticavo su poteri speciali, su doti sovrannaturali, penso che questo sia l’obiettivo di chi scrive questo genere, lasciar libero sfogo alla fantasia.

Complimenti esperimento riuscito.

Attendo il seguito con ansia.

 204 total views,  2 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA