Recensione”Echo Mine” di Georgia Lyn Hunter

 

 

 

Dopo diversi mesi trascorsi in coma, a causa di un terribile incidente, Echo deve abituarsi a una vita diversa. Essere la discendente di un potente angelo la costringe a trascorrere i suoi giorni tra gli allenamenti per diventare la nuova Guaritrice e il dover convincere il suo compagno di essere abbastanza in forma da competere con lui, nella vita quotidiana e tra le lenzuola.

Un appuntamento a sorpresa le offrirà l’occasione perfetta per dimostrare di cosa è capace e farà capire a entrambi che la “normalità” è sopravvalutata.

In questo breve libro si parla della ripresa dal coma di Echo e della difficoltà del suo compagno, Aethan, nell’avvicinarsi a lei. Per quanto lui la ami, ha paura di farle del male e si sente in colpa per la situazione.

Non ho letto la serie, quindi vi consiglio vivamente di non fare il mio stesso errore e leggere prima gli altri romanzi. Non conoscendo il passato degli eventi narrati qui, si capisce poco e non si riesce ad apprezzarlo abbastanza. Fa riferimenti a personaggi ed episodi accaduti in altri romanzi e di cui non abbiamo una minima conoscenza.

Non posso dargli una gran valutazione perché, preso da solo, “Echo, Mine” non ha attratto la mia attenzione. Ci ho messo giorni a leggerlo, pur essendo brevissimo. Lo stile di scrittura non mi ha fatto impazzire e avrei preferito leggere la legenda all’inizio, per farmi un’idea del significato dei termini che non potevo conoscere.

Consiglio di leggerlo, ma solo ed esclusivamente dopo aver letto tutti gli altri.

firma Claudia

 133 total views,  2 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA