Recensione “Un cuoco a domicilio” di Laura Fioretti

 

 

 

 

 

Per una serie di accidentali coincidenze, Monica, trentenne romana trasferitasi a Polignano a Mare, ha accettato di sposare il direttore della scuola in cui insegna. Prima però deve rassicurare la futura suocera sulle sue doti culinarie. Peccato che Monica non sappia cucinare nemmeno un uovo. Dalla figuraccia, e da un matrimonio poco passionale, possono salvarla solo la sua amica Roberta e l’agenzia “Chef Express”… E se come cuoco arriva una vecchia fiamma, le scintille ai fornelli sono assicurate!

Una lettura leggera, simpatica e divertente, di quelle che a volte si ha bisogno di prendere in mano per staccare la spina dalla quotidianità!

Una storia senza drammi, personaggi oscuri o complicazioni!

Semplicemente una storia, uno spaccato di vita che, con un pizzico di fantasia, potrebbe benissimo accadere anche nella realtà!

Monica e Maurizio: un uomo e una donna un tempo innamorati, sposati, poi divorziati a causa di un tradimento e di una famiglia troppo “impegnativa” alle spalle.

A volte, però, non basta cambiare città, lavoro o addirittura nome per dimenticare qualcuno.

Se la fiamma rimane accesa, seppur piccola che sia, basterà un niente per riaccenderla e rinvigorirla più che mai.

E non saranno uomini più pacati, donne seducenti o lavori eccentrici e originali a spegnerne gli effetti, tutt’altro!

Quando il fuoco è acceso e alimentato, ormai il danno è fatto.

Tra battute ironiche e divertenti, frecciatine ben assestate e scenette esilaranti, questo romanzo scorre via in poco tempo, complice anche la fluidità di linguaggio.

Una piacevole lettura senza pretese che fa sorridere e rilassare.

Bellissima la cover!

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *