Recensione “Ti amo per caso” di Brittainy C. Cherry

trama
«Hai presente quello spazio che c’è tra un incubo e un bellissimo sogno? Quando il domani non arriva mai e il passato non fa più male? Si, proprio dove il mio cuore batte allo stesso identico ritmo del tuo, il tempo non esiste ed è facile respirare? È lì che voglio vivere con te». Mi avevano messa in guardia su Tristan Cole. «Stai lontana da lui», mi diceva la gente. «E crudele». «E freddo». È semplice giudicare un uomo dal suo passato. Troppo facile guardare Tristan e vedere un mostro. Ma io non potevo farlo. Ho riconosciuto il male che si portava dentro, perché era simile a quello che viveva in me. Eravamo due persone svuotate. Entrambi alla ricerca di qualcosa di diverso. E insieme abbiamo deciso di provare a riunire i frammenti del nostro passato. Poi, forse, avremmo potuto finalmente ricordarci di respirare…

recensione

Gennaio 2017: la Newton Compton porta in Italia un altro successo! E per una volta (a mio parere) azzecca anche la copertina. “Ti amo per caso” non è solo una storia d’amore, non è solo una storia di sofferenza, non è solo una storia famigliare. Questo romanzo, scritto davvero bene e con un intreccio tra passato e presente sempre coerente, riesce a portare il lettore in quel posto segreto che tutte noi amanti dei libri adoriamo: la stanza magica delle emozioni. Tristan ha perso tutto, nel tempo di leggere un sms la sua vita è crollata. Era un marito amorevole, un padre affettuoso, un uomo rispettoso, ora di tutto questo non sembra esserci più nulla, perché il nulla è ciò che avvolge la sua esistenza. Lizzie ha perso quasi tutto, ma ha ancora qualcosa a cui aggrapparsi, per cui lottare: sua figlia Emma. Quando si trovano il destino sembra mettere Tristan e Lizzie l’uno sulla strada dell’altra, prima facendoli scontrare, poi facendo in modo che siano l’uno il salvagente dell’altra. Entrambi sono spaccati dentro, ma la loro reazione al dolore è stata in parte differente. Una cosa li accomuna: si sentono soli, manca loro il respiro, manca quella sensazione di completezza essenziale per poter andare avanti. Se trovi la cura giusta, anche il dolore è destinato a placarsi. Non scompare, ma viene riposto in un luogo remoto. Dimenticare chi hai amato è impossibile e ingiusto, né Tristan né Lizzie hanno intenzione di farlo, ma per entrambi è necessario trovare quella spinta che ti permette di ritornare a desiderare la luce, la vita, la felicità. Anche l’amore. Quando riconosci la tua sofferenza negli occhi dell’altro, mettersi a nudo diventa un poco più facile, e piano piano scoprono che forse, insieme, significano qualcosa. A fare da contorno alla riscoperta di loro stessi c’è Emma, la bimba di Lizzie, un personaggio dolcissimo, a tratti davvero spiritoso, arguta e senza peli sulla lingua come solo i bambini piccoli possono essere. I colpi di scena sono dietro l’angolo e vengono inseriti molto bene nel romanzo (anche se la rivelazione più grande, quella che in effetti sconvolge il lettore così come i personaggi, in parte l’ho trovata davvero poco credibile, non vi dico nulla di specifico per non fare un enorme spoiler, ma pensate se, secondo voi, sarebbe mai possibile non conoscere tutti i nomi delle persone coinvolte in un incidente che vi ha portato via la persona più cara al mondo e che è anche stato riportato dai giornali… questo mi ha fatto abbassare di mezzo punto il mio giudizio sul libro, che resta comunque una lettura meravigliosa che consiglio assolutamente). Tutti molto ben caratterizzati i personaggi secondari, e tra loro ho adorato Faye, la migliore amica di lei, assolutamente fuori di testa e molto, molto divertente. C’è anche il cattivo di turno, all’inizio molto ben celato…

Conosci il luogo a metà tra gli incubi e i sogni? Il posto in cui domani non arriva mai e ieri non fa più male? Il posto in cui il tuo cuore batte in sincronia con il mio? Il posto in cui il tempo non esiste, e respirare è facile?
È lì che voglio vivere con te.

“Ti amo per caso” parla di profonde ferite dell’anima e di lenta guarigione, di dolore e di amore, di follia e di tradimento. È un inno alle seconde possibilità. La vita ti toglie, la vita però può ridarti prima la speranza, poi le certezze. Il finale è qualcosa che non ti aspetti, un incastro perfetto che regala ancora un po’ di sofferenza, ma alla fine la luce torna a illuminare il domani. Sempre.

Dopo “L’amore arriva sempre al momento sbagliato” questo è un altro romanzo della Cherry da leggere tutto d’un fiato!

[Sensualità 3,5 cuori]

Sensualità: cuori3

Recensione:FirmaShi
Editing:mandy

 436 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA