Recensione “St. Nacho” di Z.A. Maxfield

trama

Cooper ha trascorso gli ultimi tre anni a scappare da un passato doloroso. Si sposta di città in città, lavorando nelle cucine dei ristoranti e suonando il violino per racimolare qualche mancia.
Non appena inizia a sentirsi a proprio agio in un posto, o con qualcuno, se ne va.
La musica è forse l’unico linguaggio umano che ancora conosce e, per ironia della sorte, l’unico uomo con cui scopre di voler comunicare è sordo.
Shawn fa parte del gruppo teatrale di non udenti del college locale. Non appena incontra Cooper, decide di volerlo.
A Cooper vanno bene le storie di sesso, ma non le persone. Shawn invece è sì interessato al sesso, ma vuole che Cooper gli permetta di entrare a far parte della sua vita.
Cooper ha bisogno di tempo per guarire e per archiviare definitivamente il passato, e Shawn lo deve aiutare a perdonare se stesso e a fargli accettare la possibilità di essere amato.
Entrambi gli uomini scoprono che quando si tratta del tipo di guarigione che l’amore può portare, Santo Ignacio, la sonnolenta città sulla spiaggia, o “St. Nacho” come la chiamano i locali, potrebbe essere il posto migliore per ricominciare.

recensione

Forse ho letto questo libro dieci volte, ed è sempre una gran bella soddisfazione, una nuova scoperta, un’emozione nuova.
Vi innamorerete sin dalle prime righe dei protagonisti di questo romanzo e capirete che la dolcezza apparente di Shawn nasconde sotto sotto un aspetto dominante, una cosa da pelle d’oca.
Cooper è il mio preferito, non puoi non affezionarti a lui e alla sua storia, una vita fatta di sensi di colpa, passata a rimettere insieme i cocci di una colpa non sua.
L’amore tra i due è palpabile, è qualcosa di reale e vero che tra tira e molla ne fa da padrone per tutto il libro.
La Maxfield ha un modo spettacolare di esporre la storia e tenerti incollato alle pagine fino a farti arrivare all’ultima riga con un bel sorriso sulle labbra. Essendo una serie e avendo letto i libri successivi, so già per certo che i nostri protagonisti li ritroveremo anche nei libri futuri, per cui sono tranquilla quando chiudo il libro, so già che leggerò ancora di Shawn e Cooper. St. Nacho è un luogo magico, unico, perché qui tutto può succedere e anche gli animi più feriti vengono curati e catturati dall’amore.
Bellissima storia fatta di sofferenza, amore e tanta ma tanta dolcezza!
A chi consiglio questo libro? Sicuramente a tutti, ma in particolare a chi si approccia per la prima volta al genere MM, è un mix perfetto di tenerezza e sessualità.

Sensualità:

4 cuori rosso

Recensione:

FirmaIceAngel2

Editing:

pandora

 501 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA