Recensione “Soul” di Cley S. Son

 

 

 

 

Ginevra, una ventenne che dalla vita ha tutto: una famiglia che ama, amiche fidate e un lavoro che gli piace; ogni cosa sembra perfetta. Eppure, dietro all’apparente serenità, si nasconde un’ombra di insicurezza, che non sempre la ragazza riesce a tenere dentro di sé; pochi riescono ad abbattere i muri che ella stessa crea, uno di essi è Danilo, un giovane popolare che dai gesti a volte ambigui di Ginevra intravede non solo una ragazza affascinante, ma forse un’anima affine alla sua, abituata a nascondere la sua vera natura e timorosa di legarsi alle persone. Tra loro nasce fin da subito una passione irrefrenabile, ma riuscirà l’amore ad abbattere ogni muro, anche quando siamo noi stessi a continuare ad alzarli? “Quando trovate l’amore non lasciatevi condizionare da altro; urlate, sbranatevi, ma se trovate quella persona che la sera a casa aspetta solo voi, diteglielo ogni giorno, quanto l’amate”


Quado l’amore arriva in punta di piedi, silenzioso, da piccoli gesti, da quella sensazione di mancanza di qualcosa di perfetto, apri le porte, fallo entrare.

“Lei ha paura di tutto, ma crede in tutto, come nelle favole; una piccola bambina nel corpo di una donna, che vuole solo scoprire il mondo a piccoli passi”, questa è la nostra protagonista descritta da Danilo nelle pagine di questo romanzo, che sembra un diario di ricordi, di sensazioni trascritte subito dopo averle provate.

Semplice e genuino questo è il racconto di un amore, della paura di legarsi, di andare oltre le sue paure, di riuscire ad annullarsi, accettarsi e sfidarsi per l’altro.

“C’è la parte egoista, che pensa solo che noi abbiamo bisogno di quella persona, e staremmo male senza, ed è così”

“Guarda che sfumature meravigliose, non sentirti triste; pioverà, ma solo per vedere tantissimi colori dopo, hai il tuo sole dentro.”

Un amore così forte che fa stare male.

Si può amare immensamente e sentire la paura che ti frena?

“Non voglio essere un freno o un peso per lui.”

Un amore è capace di affrontare anche la paura di perdere l’altro?

Un racconto che riesce a farti provare la dolcezza di un’amore, la sua passione ma anche la sua arresa, la sua paura, il sacrificio per l’altro, per non pregiudicare la sua libertà.

Scegliere tra distruggere il tuo cuore e lasciarlo libero di vivere.

Quale prova più grande c’è per “misurare” il vero amore?

Mettersi da parte, quando ci si sente un peso, mettersi da parte per dare spazio e vita.

Quale sarà la scelta giusta da fare, allontanarsi per non farlo soffrire, o soffrire insieme?

Un libro tutto da scoprire, che ti fa spaziare tra sentimenti dolci e delicati, tra una passione scomposta e irrefrenabile, tra le paure di una malattia e il dolore di allontanarsi.

 243 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA