Recensione “Sotto gli occhi” di TA Moore

 

 

 

L’avvocato divorzista Clayton Reynolds è un cinico felice che crede nel duro lavoro e nelle avventure di una notte. Crede anche che essere un ottimo avvocato significhi non dover mai più tornare al miserabile parcheggio per roulotte in cui è cresciuto e che fare volontariato in un rifugio per donne maltrattate serva a placare la sua coscienza che, di tanto in tanto, viene a tormentarlo. Così, quando Nadine Graham arriva con un braccio rotto e un figlio che desidera disperatamente proteggere, Clayton non può rifiutare la sua richiesta di aiuto.
Accettare il caso significa rivolgersi all’investigatore Chiamami-Kelly-e-basta. Il che non sarebbe tanto male, se Kelly non fosse un inguaribile romantico… nonché l’uomo più sexy che lui abbia mai incontrato.
Kelly ha sempre avuto una cotta per l’inarrivabile Clayton Reynolds e acconsente ad aiutarlo, anche se è già parecchio impegnato ad accudire il figlio del fratello rimasto vedovo.
Quando il caso di Nadine si fa pericoloso, i due uomini, all’apparenza agli antipodi, sono costretti a collaborare, scoprendo così di avere moltissime cose in comune… ma risolvere il caso e salvare la vita di Nadine potrebbe costare caro a Kelly.

Una lettura? No un film tra le pagine. Un bel mix di adrenalina, ironia, e amore.

La storia è ricca, drammi familiari che si susseguono, bugie, colpi di scena, peccati e segreti, tutto ricco di mistero e pericoli, nessuno escluso, tutti nascondono qualcosa.

L’epilogo? Ecco anche quello è messo in discussione più volte, ci sono stati parecchi passaggi che mi allontanavano dall’idea di fine della storia. Sofferto? E non poco direi.

I due saranno i protagonisti di questa storia stupenda e ricca di drammi famigliari, dove nascondere i turbamenti, i peccati e segreti è l’ordine del giorno. Dove la realtà non è affatto quel che sembra. Ricca di mistero e devo dire pericoli e colpi di scena.

Fino a all’ultimo non sapevo veramente come andava a finire. Ci speravo… credevo in Kelly e nella sua fede nell’amore. Ma anche lui in un certo momento si è arreso. Perché anche il nostro solare Kelly alla fine portava un peso carico di dolori e bugie… e pensavo che solo Clayton avesse un bagaglio carico di trauma. Ma l’amore c’è, è proprio li… sotto gli occhi…

Kelly e Clayton non sono stati i soliti personaggi facili e definiti fin da subito, anzi… ma leggendo la loro storia è difficili non farseli entrare nel cuore.

La trama è ben congeniata e coi giusti colpi di scena, ho amato molto l’evoluzione dei personaggi, tutti i personaggi entrano tra le grazie e i rancori dei lettori, tutti hanno un ruolo determinante nella storia.

Ottima scrittura.

 

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *