Recensione “Profilo greco” di Emiliano Di Meo

trama

David vive a Roma da diversi anni. Ha un lavoro importante, successo nello sport, ed una relazione con Giovanna, hostess sempre in giro per il mondo, insieme alla quale si ritiene sufficientemente appagato. Lei è lontana dal genere di donna che l’uomo vedrebbe al proprio fianco ma la relazione in un certo qual modo funziona così.
La vita organizzata ed equilibrata di David riceve uno scossone quando questi accetta, del tutto controvoglia, di fare un favore ad un vecchio amico d’infanzia: ospitare il figlio, Simone, che sta per iniziare l’università nella capitale.
L’uomo non vorrebbe proprio farlo ma Giuliano, suo fratello, insiste e Giovanna è d’accordo. Oreste, l’amico d’infanzia, glielo chiede in maniera talmente sentita che David non riesce a tirarsi indietro, dunque acconsente: ospiterà Simone in attesa che il giovane prenda confidenza con la grande città e si faccia qualche amico.
Eppure qualcosa continua a non farlo stare tranquillo, una sensazione. Sarà stato un errore lasciarsi convincere?
David, poco più che trentenne ed abituato a vivere per conto proprio, saprà gestire la convivenza con un diciannovenne che non sembra interessato solo al nuovo corso di studi?

ATTENZIONE: i contenuti ed il linguaggio esplicito fanno del libro un’opera per soli adulti.

recensione

Da un post scritto dall’autore su un social si era capito benissimo che questo racconto sarebbe stato completamente diverso da ciò che siamo abituati a leggere scritto da lui. Non mi sono lasciata intimidire, perché non ho pregiudizi di nessun tipo, per cui, seppure con qualche dubbio, ho aperto la prima pagina.

Quello che caratterizza Emiliano nei suoi racconti, è la dolcezza, l’amore sotto ogni sua forma e il messaggio implicito che cerca di trasmetterci attraverso carta e penna, per cui, ve lo dico da subito, come dice una famosissima canzone “erase and rewind”, sì sì, proprio così, resetta il cervello, non pensare al passato e apri il libro.

Tutto potevo aspettarmi tranne che da lui venisse fuori una cosa del genere, dove l’amore non esiste, o per lo meno è molto ben celato e dove la passione fisica, l’alchimia di due corpi che s’incontrano e la totale dipendenza di uno dei due all’altro fanno da padrone alle pagine scritte. Diverso, ma comunque bellissimo.

Una lettura da certi punti di vista non facile, non facile per chi non riesce a escludere i sentimenti da quello che legge, non facile se una persona non è predisposta a non farsi condizionare dal rapporto che David e Simone instaurano nel giro di poco tempo. Intenso, a tratti quasi crudele, un completo coinvolgimento fisico senza alcun tipo di sentimenti. Un erotico con i fiocchi, dove gli ormoni prevalgono sul cuore e sul cervello!!!

Il suo modo di scrivere, come sempre, ti strega e ti tiene incollato alle pagine. Se proprio devo trovare un difetto a questo a libro, che poi un difetto non è, ma solo il mio lato romantico che viene fuori, è proprio quella piccola parte di romance che io avrei aggiunto in determinati passaggi.

Ciò non toglie che, se proprio devo essere obiettiva, per come l’autore ha caratterizzato i personaggi, molto probabilmente la parte romance avrebbe più o meno distrutto il senso del libro!

 

Sensualità: cuori5

Recensione: FirmaIceAngel2

Editing: Ele

 534 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA