Recensione “Passione primitiva” di Stephani Hecht

 

 

 

Jacyn si è sempre considerato un ragazzo piuttosto normale. Non sapeva quanto si stesse sbagliando. Aggredito da un gruppo di uomini armati, si ritrova all’improvviso rapito e incatenato a un muro. Non esattamente il tipo di giornata che ha un ragazzo ordinario. Tutto ciò che sa è che l’intera faccenda è in qualche modo collegata alla sua famiglia biologica.

Salvato da uno sconosciuto alto e dall’aria pericolosa, che afferma di essere stato mandato dalla sua famiglia perduta da tempo, Jacyn non sa se fuggire con lui o lontano da lui. Specialmente quando quello sconosciuto sostiene di essere in grado di trasformarsi in un Giaguaro.

 

L’ultima cosa che Logan vuole è dover raccattare un mutaforma Giaguaro disperso, ma non si è mai opposto a un ordine. Nonostante si sia detto che la missione sarà un gioco da ragazzi, si ritrova a dare il via a un’operazione di salvataggio per un singolo felino, quando Jacyn si fa catturare dal nemico.

Mentre i due uomini fuggono per salvarsi la pelle, scoprono non solo di dover combattere contro il loro nemico, ma anche contro la crescente attrazione che iniziano a provare l’uno per l’altro. Però la passione è l’ultima cosa a cui dovrebbero pensare, perché se non manterranno l’attenzione puntata sul nemico, potrebbero finire per pagare un prezzo fin troppo alto.

Salve lettrici e lettori Sale & Pepe,

oggi vorrei parlarvi del libro “passione primitiva” edito in Italia  da quixote edizioni, tutti gli elementi presenti nella trama  mi hanno spinta a leggere questo libro perché sono argomenti che amo e a cui non riesco a dire di no, amo i mutaforma, la tensione e le storie con un po’ di suspense e avventura. Purtroppo però le mie aspettative non sono state per niente soddisfatte, anzi.

Mi spiego meglio, pur essendoci effettivamente tutti questi elementi la storia mi è sembrata superficiale, la vicenda scorre in modo estremamente veloce e senza approfondimenti, sia nella trama generale che nelle descrizioni varie. Anche la relazione e la parte amorosa rientra in questo stile molto “blando”, con cui non riesco proprio a essere in sintonia, perché non mi trasmette le sensazioni fino in fondo, l’autrice sfiora la superficie delle emozioni e di tutto ciò che i protagonisti provano, ma non riesce ad approfondire e farle giungere fino al lettore.

Ho capito che questo è il libro apripista della serie, per cui è come se l’autrice avesse voluto semplicemente delineare tutto il background e l’ambientazione della serie, oltre che impostare l’inizio del percorso dei prossimi libri, senza però soffermarsi sulle vicende del libro stesso e quindi a discapito di Jacyn e Logan e del loro percorso.

Tra l’altro due personaggi che mi intrigavano parecchio, Logan un po’ perso, con un senso di eterna inadeguatezza e Jacyn un ragazzo che si sottovaluta e che si è sempre reputato mediocre e ordinario. Due personaggi che con storie diverse di ritrovano però a condividere questo sentimento di “incertezza” sia verso loro stessi che verso le relazioni e l’amore in generale, ma un’altra cosa che capiscono fin da subito è che l’attrazione tra loro è irresistibile e va al di là delle loro preoccupazioni e anche della situazione di pericolo che li circonda.

Tutto questo però è, come dicevo, poco approfondito, di solito non apprezzo gli eccessivi flussi di pensiero dei personaggi che magari rimuginano troppi sulle loro mancanze(anche inesistenti a volte), ma in questo caso, invece, avrei apprezzato qualcosa in più.

All’interno del testo c’è pure un salto temporale che rende tutto ancora più veloce, facendo perdere quel minimo di tensione che si era creata, anche perché dopo il salto la situazione si risolve quasi immediatamente.

 

La storia ha un’enorme potenziale, la trama sembra complicarsi sul finale e già si vedono gli sprazzi per la prossima storia della serie e quindi sono convinta che proverò a leggere anche quello, se mai ne uscirà la traduzione, considerando che il finale di questo libro è una delle parti che mi è piaciuta di più.

 

Questo romanzo, pur avendo elementi interessanti, non è riuscito a soddisfarmi, per cui io mio voto non può superare la sufficienza.

Come sempre vi consiglio di leggere il libro per farvi una vostra opinione!

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *