Recensione “Number 9: After Match #2 (After Match Series)” di Alessia D’Ambrosio

 

 

 

Il Numero 9 nel rugby è il giocatore con la migliore visione del gioco, quello che tiene il controllo. La mia vita è come una continua partita. Amo l’ordine, avere tutto sott’occhio, mi piace la perfezione. C’è solo una macchia nel mio passato. Speravo che con il tempo fosse finito nel dimenticatoio, ma Jeanine, la mia ex, ha deciso di rovinarmi e di raccontare a tutti quello che ho fatto. E poi c’è lei, Miss Wiler, una giornalista ficcanaso che si è messa in testa di rovinarmi. Se lo può scordare!

Mi chiamo Scott Wilson e, al momento… sono nella merda!

Secondo volume della serie sui fratelli Wilson, secondo fratello, altro numero di maglia, Number 9, ossia Scott.

Se nel primo ti innamori di Dan e della sua Lucy, ridi e piangi con la nonna Prou, in questo romanzo invece ridi con le battute poco consone di Tom, e ti innamori della piccola Kassy.

Vogliamo parlare di Scott? Della sua perfezione, delle sue ragazze “tirate a lucido”, sempre perfette, sempre composte, ben vestite e ben pettinate?

“Ti piacciono stronze, arroganti, con i soldi. Gucci, Prada, Armani dalla testa ai piedi. Ben truccate sempre e ovunque.”

Ma in mezzo a tutto quell’ordine qualcosa non andrà nel verso giusto, ed arriva lo scompiglio, il suo disordine è dietro l’angolo.

Un ritorno dal passato, un articolo che saboterà la sua partecipazione in nazionale, un patto tra gemelli ed il gioco è fatto.

“Non c’è altro modo, devi togliertela dai piedi. Falla innamorare. Fidati, un paio di settimane e dirai addio alla giornalista sciatta.”

Dal composto Scott arriveremo all’irruenza e l’imprevedibilità di Liz, la sua storia ci farà emozionare e ci metterà alla prova.

Amo il modo di scrivere della D’Ambrosio genuina e diretta, semplice e naturale, ha una scrittura travolgente e le sue trame sono curate nei minimi dettagli, a partire dallo sport in questione.

Dà una visione completa di cosa si sta parlando, rendendo lo sport in questione parte integrante della storia e non semplice cornice.

L’amore? Arriva imprevedibile, nel caso più inusuale possibile, come una tempesta improvvisa durante una giornata soleggiata in estate.

Scott verrà travolto da quel fiume in piena mandando in tilt il suo sistema nervoso, le sue certezze e i suoi battiti.

E Kassy? sarà il suo fiume in piena. E lui? Il suo Lucky Charms.

“Elisabeth è una boccata d’ossigeno in una vita piatta. Come un gusto nuovo di gelato che ti esplode in bocca e ti fa chiedere perchè non l’hai provato prima.”

“Ci sono due tipi di amore: quelli che si creano nel tempo… e quelli che ti scoppiano in faccia all’improvviso quando meno te l’aspetti.”

Ma la vita è troppo complicata e l’amore non era previsto.

Un romanzo che dall’amore nasce anche l’orrore, la violenza, e la forza di dire basta.

Un romanzo che nasconde un mostro, che ne premia le azioni e che il principe azzurro non sempre verrà a salvare la principessa nella torre.

Troppi non detti tra di loro, troppe domande a cui non dare risposte, troppe bugie e omissioni che inclineranno ancora una volta quella storia già troppo compromessa.

Troppi silenzi, troppe paure.

“Lei è la parte più bella della mia anima, quel lato del cuore che pulsa per conto proprio e mi ricorda ogni secondo che sono ancora vivo.”

Lei è tutto quello che non ha mai cercato.

“Tu sei il mio amore. Io sono il tuo eroe. Tu sei tutto quello che non ho mai cercato. E sei esattamente quello che desidero. Tutta in disordine. Sei il caos perfetto nel mio ordine senza senso. Tu sei il mio disordine… Hai preso le mie giornate ordinarie e ordinate e le hai stravolte riempendole di te e di Kassy.”

ELEONORA

 517 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *