Recensione “Non te lo posso dire” di Sara Pinko

 

 

 

 

 

Kim ha vent’anni, ma forse non tutta la vita davanti, almeno è questo il pensiero che la porta a rinunciare a vivere davvero. Schiava di una malattia, lascia l’università, comincia a lavorare in una libreria e cerca di evitare accuratamente l’amore. Ma quando un giorno gli occhi di Josh incontreranno quelli di Kim, il mondo di entrambi verrà letteralmente stravolto. Pezzo dopo pezzo, Josh cercherà di abbattere le sue difese e di conoscere la ragazza di cui sembra non riuscire più a fare a meno, nonostante i numerosi rifiuti e i continui ripensamenti. Il terribile segreto di Kim basterà ad allontanare per sempre Josh? La paura di amare e di perdere qualcuno, può davvero farci smettere di vivere? Spesso, non è il tempo il nostro peggior nemico. Spesso, l’unico ostacolo alla nostra felicità siamo proprio noi stessi.

Un new adult autoconclusivo sulla paura di amare e di perdere ogni cosa. Un delicatissimo ritratto di un sentimento capace, forse, di sfidare perfino un destino già scritto…

Scelto per caso, innamorata fin da subito di un piccolo estratto pubblicato sui social, e dalla trama intrigante, lo prendo e  mi butto a capofitto in questo romanzo.

Le aspettative erano alte, quindi speravo di non rimanere delusa, infatti Sara riesce a scrivere un romanzo che se prima ti priva dell’anima poi te la restituisce a piccoli pezzi. Non ti rimane altro che soffrire con i protagonisti, celare quella bugia capace di far soffrire, allontanarti e avvicinarti, e stare su quel treno in corsa, pieno di emozioni e scongiurare quell’impatto devastante.

Ti sembra di far un viaggio tra le loro debolezze, lei e la paura di andare avanti, lei e il suo “Non te lo posso dire”, lui e la sua paura di vivere un amore, di perdere qualcuno.

Ma se il cuore inizia a battere incessantemente si riuscirà a rimanere sordi di fronte a quel rumore?

“Tu hai bisogno di qualcuno che ti entri nell’anima, che ricostruisca quel cuore spezzato, che riesca a vederti dentro. – Io non ho bisogno di lui.”

Si assiste ad una lenta ascesa di quei sentimenti, così teneri e genuini che vorresti solo rimanere in quel limbo così delicato, ma la realtà riesce a far crollare anche il più dolce dei sogni.

Lei vive gli ultimi tre anni sola con i suoi libri, sognando un principe azzurro che salva la principessa, ma si allontana da tutto ciò che può appartenere o può far avvicinare un vero principe.

“Sai che se voglio ti trovo, che tu lo voglia o no… Io voglio rischiare, voglio una possibilità, voglio te… Io lotterò per te.”

La paura di dimenticare, la paura di non riuscire a ricordare le persone che più ami spezzerà le ali a quell’amore prima ancora di poter aprirsi in volo.

“Non so cosa sia, non mi è mai capitato, tu mi disarmi.”

Una lettura tenera, un sussurro di cuori ancora giovani e impauriti di fronte ad una battaglia da dover combattere.

Tra le pagine afferri quella paura, la prendi per mano, non la temi ma non la combatti, la lasci accanto a te, a fare scelte, a prendere decisioni a mettere la parola fine dove vorresti solo aggiungere un altro capitolo alla tua storia.

“Ho scelto te, perchè quando il freddo della mia vita inizia a congelarmi, i tuoi occhi riescono a scogliere il ghiaccio di un’intera esistenza.”

 

 

 676 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA