Recensione “Non posso dimenticarti” di Sarah Berardiniello

 

 

 

 

Ashley Miller è un informatico di giorno e uno dei baristi di un locale gay di notte.

Una tragedia famigliare lo ha costretto ad abbandonare l’Università per mantenersi e pagare i debiti e le vicissitudini lo hanno reso cinico e duro, ma non è sempre stato così.

Brillante studente di matematica, ma nerd timido, quattro anni prima Ash ha incontrato un ragazzo capace di fargli battere il cuore come mai gli è capitato.

Purtroppo per lui, silenzi e omissioni non sono l’ideale per costruire un rapporto.

Christian Pike è un avvocato che lavora in un prestigioso studio legale di Manhattan.

L’invito di un collega ad andare in un locale dove non era mai stato, si trasforma in una scoperta emozionante: il ragazzo che quattro anni prima ha crudelmente respinto a causa del suo non essere dichiarato è uno dei baristi del locale. Un ragazzo che, malgrado il tempo trascorso, non ha mai dimenticato.

Chris fa di tutto affinché Ash lo perdoni per la cattiveria e le parole crudeli di cui l’ha fatto oggetto, senza però molto successo.

Sarà l’intervento di un collega di Chris a far sì che Ash cominci a cambiare opinione su quel ragazzo che non è riuscito a dimenticare, facendo i conti con i ricordi e le proprie paure.

 

Romanzo che tocca le corde del cuore e le fa vibrare.

Ash e Chris sono due ragazzi che quattro anni prima hanno avuto una relazione, la loro prima relazione che è finita malissimo e bruscamente a causa di uno dei due. Chris all’epoca non aveva ancora fatto coming out e non aveva reso partecipe il suo compagno. Sotterfugi e mezze bugie lo avevano salvato fino al momento in cui erano stati scoperti da un comune amico e allora per salvarsi la pelle Chris ha cercato la via più facile per sé ma più dolorosa per l’altro: il rifiuto netto a lui e alle sue inclinazioni, fatto con rabbia e sarcasmo. Questo drammatico episodio ha tuttavia inciso sulle vite di entrambi i ragazzi. Ovviamente Ash ne ha sofferto immensamente, si era illuso di aver trovato l’amore e si è dovuto scontrare con la cattiveria e il primo grande dolore, ma anche Chris ha pagato duramente il suo meschino atto. Non è più riuscito ad amare nessuno e neppure a lasciarsi andare, non ha dimenticato il primo amore e il male che gli ha fatto, il senso di colpa lo ha divorato e impedito di andare avanti.

Dopo anni si incontrano per caso e Chris ha la possibilità di chiedere scusa all’amico e anche di tentare la strada della riconciliazione.

Ho amato queste pagine, ho trovato splendido il rapporto dei ragazzi, i loro dialoghi sempre attenti, il parlarsi e l’ascoltarsi a vicenda, il rispetto reciproco dopo il famoso episodio che ha segnato entrambi, e soprattutto la dolcezza sintomo di un grande amore. Ma ho amato anche il risvolto psicologico di entrambi, la paura nel dichiarare la propria omosessualità, le difficoltà familiari e sociali che si possono incontrare, come anche lo scherno e l’ignoranza che purtroppo esistono e possono a volte essere traumatici per chi li subisce.

Scrittura fluida e capace fa da supporto ad una storia ben articolata, complessa, ricca di spunti e di sentimenti. Consigliatissimo.

Sensualità: 

Recensione

Editing

 358 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

One thought on “Recensione “Non posso dimenticarti” di Sarah Berardiniello”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA