Recensione “Non combattere la scintilla” di Kasia Bacon

 

 

 

Con l’avvicinarsi del Festival delle Luci, le lanterne něssyriane di carta artigianale attendono la festa più importante dell’anno.

Anche la Casa di Combattimento Lyliňg si sta preparando ai festeggiamenti, spargendo sabbia fresca sull’arena e allestendo un combattimento contro il loro lottatore, l’imbattibile Yüuzuki Ōren.

Il suo ultimo combattimento, uno che non potrà vincere in alcun modo.

Con tutte le probabilità contro di lui, il bellissimo barbaro è praticamente già morto, a meno che il suo amante, Ĥaiatto Ẽkana, non gli dimostri di essere tanto determinato quanto intelligente e trovi il modo per proteggere l’uomo che vuole salvare a ogni costo.

Una novella che apre un mondo, una serie, una storia che ci terrà con il fiato sospeso. Conosceremo un mondo magico, con Elfi, vampiri, furie, pirati e uomini. Poi ci sono loro gli assassini, lottatori, mercenari e creatori e infine le scintille.

L’unica pecca i nomi impronunciabili, veramente ho avuto difficoltà a leggere questi nomi strambi, complessi, irreali e complicati.

E’ una bellissima e intensa storia d’amore e di devozione, con una moltitudine di emozioni che riempiono l’anima. La scrittura è a tratti elegante, a tratti fantastica ed enigmatica, carica di adrenalina nei combattimenti e di dolcezza e passione nei momenti intimi. Lo consiglio? Voi che dite.

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *