Recensione “Nel bel mezzo del nulla” di Roan Parrish (In mezzo al nulla Vol.1)

tramaDaniel Mulligan è un duro, irriverente e tatuato, che nasconde la sua insicurezza dietro il sarcasmo. Non ha mai trovato il suo posto: non a casa a Philadelphia con il padre e i fratelli, che fanno tutti i meccanici, e non a scuola, dove i compagni di corso lo hanno sempre guardato dall’alto della loro istruzione prestigiosa. Daniel è sollevato quando trova un lavoro come professore in un piccolo college a Holiday, nel nord del Michigan, ma nel profondo è un ragazzo di città, ed è chiaro che neanche in questa cittadina riuscirà a trovare il suo posto. 

Rex Vale si affida alla routine per tenere a bada la solitudine: cura il suo corpo muscoloso, perfeziona le sue ricette e realizza mobili su commissione. Vive a Holiday da anni, ma la sua timidezza e la sua stazza imponente gli hanno impedito di creare dei legami con gli abitanti. 

Quando i due uomini si incontrano, la loro chimica è esplosiva, ma Rex teme che Daniel sia solo un’altra delle tante persone che l’hanno abbandonato, mentre Daniel ha imparato che avvicinarsi a qualcuno può essere una debolezza fatale. Proprio quando cominciano ad abbattere i muri che li separano, Daniel deve tornare a Philadelphia, dove scopre un segreto che cambierà il modo in cui ha sempre considerato la sua vita.

recensioneLo confesso, ho iniziato questo libro già entusiasta e curiosa. La copertina spettacolare e la trama intrigante mi hanno catturata immediatamente.

Ho cominciato a leggerlo e non sono riuscita a staccarmene fino a quando non l’ho terminato. Daniel e Rex mi hanno letteralmente fatta innamorare con la loro fragilità e la loro forza. Un passato alle spalle non semplice per entrambi. Un lutto e un problema che lo ha portato ad isolarsi per Rex, una famiglia omofoba per Daniel e un’irriverenza messa in bella mostra con dei tatuaggi.

Rex sembra aver trovato la pace in una casetta nel bel mezzo del nulla, che ha ristrutturato con le sue mani. Perché anche se non si sente intelligente sa di essere bravo con le cose pratiche, modellare il legno creando mobili e cucinare sono le sue doti… o almeno sono le uniche che si riconosce.

Daniel invece, contro ogni pronostico (è tatuato, quindi viene visto sempre come un ragazzaccio), si è laureato e ora lo attende un lavoro come insegnante. È un piccolo college nel Michigan ma per iniziare va più che bene.

Un incidente e un cane da salvare sono gli ingredienti con cui le vite di Rex e Daniel iniziano a mescolarsi, attraverso l’amore, la passione intensa che striscia sottopelle, le paure, l’inadeguatezza che entrambi si sentono addosso, attraverso le differenze e le cose che invece li accomunano. Attraverso la tacita speranza di aver trovato uno nell’altro una casa, una strada in cui camminare insieme, senza sentirsi più soli.

Un finale che inizialmente lascia un po’ spiazzati ma che poi comprendi essere come la vita, una strada percorsa e un cammino ancora da fare, da condividere e vivere insieme. Inutile dirvi che sono davvero entusiasta di questa lettura che consiglio assolutamente.

 

Sensualità:

cuori5

Recensione di:

Firmabriciola

Editing a cura di :

mandy

 368 total views,  2 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA