Recensione “La sfida degli appuntamenti” di Jay Northcote

 

Cinque appuntamenti e niente sesso… quanto può essere dura?

Quando era all’università, Owen aveva una mezza cotta per Nathan. Ma apparentemente Nathan era etero, e Owen era troppo occupato con gli altri ragazzi per prendere sul serio quei sentimenti.

Quando Nathan ritorna a Bristol, dopo un anno passato altrove, Owen viene a sapere che il ragazzo è uscito allo scoperto e gli fa un’avance. Nathan, però, non vuole essere soltanto l’ennesima tacca sulla testiera del suo letto, quindi lo sfida a dimostrargli di essere capace di fare le cose sul serio: cinque appuntamenti, prima di fare sesso.

A Owen non sembra troppo difficile. Si aspetta comunque che Nathan trovi irresistibile il suo fascino. Solo che, man mano che il tempo passa, ci tiene sempre di più a dimostrare a Nathan chi è davvero, piuttosto che a portarselo a letto.

 

Non ne sono sicura al 100%, ma penso di iniziare ogni recensione di questo autore allo stesso modo:

IO AMO JAY NORTHCOTE!

 

E anche qui lo confermo.

Jay sa essere di una dolcezza immensa, anche quando c’è del sesso bollente!

 

Owen è una… sì, dai, lo posso dire perché se lo dice da solo, è un po’ una “sgualdrina”. Non è tipo da storie serie, ma da una notte e via. Poi, una sera, rivede la sua cotta degli anni del college, Nathan, quello che lui pensava fosse etero. Nathan si è dichiarato gay qualche anno prima, a Londra, ma Owen lo scopre quella stessa sera solo grazie al suo amico Simon. Owen decide di buttarsi e fare come fa sempre: essere diretto e chiedere esattamente quello che vuole, una notte di sesso. Ma Nathan non gli dà corda e gli propone un accordo: 5 appuntamenti prima di poter fare sesso. Incredibilmente per entrambi, Owen accetta e inizia così una nuova scoperta di loro stessi e un nuovo possibile inizio per il ragazzo facile.

Quello che accade lo dovrete scoprire da soli perché merita davvero, ne vale sempre la pena con Jay Northcote! Ciò che ho apprezzato maggiormente è stata la facilità delle cose, il modo in cui tutto scorre senza fronzoli e senza blocchi. Adoro le sue storie, amo il modo in cui narra l’amore e il suo stile di scrittura. Ho avuto un sorriso scemo e gli occhi a cuore per tutta la lettura… che bella sensazione!

Mi è piaciuta anche la presenza degli amici di Owen: Simon e il suo compagno Jack, due figure sullo sfondo ma molto utili alla scorrevolezza della storia e anche a non focalizzare l’attenzione solo ed esclusivamente sulla coppia di protagonisti.

 

Adesso è il turno del secondo volume della serie che, per fortuna, è già nelle mie mani: “Niente nozze per me”.

 

 

 firma Claudia

 58 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *