Recensione “ La rinascita di River”- Serie: Sex in Seattle #4 di Eli Easton

River Larsen è un viaggiatore, un uomo alla ricerca della verità e un guaritore tantrico. È un maestro nell’amare tutti… e nessuno. Il suo passato e il suo percorso spirituale lo frenano dall’attaccarsi alle altre persone. Quando si innamora del cliente per cui fa da surrogato, nonché proprietario di un’affermata catena di caffetterie, Brent McKay, River dice a se stesso che si tratta solo di un idillio temporaneo, di un incontro fortuito da cui entrambi potranno trarre giovamento per poi andare avanti con la propria vita come due navi in balia della corrente. Peccato che il suo cuore non sia della stessa idea.

Brent McKay ha perso ogni interesse per il sesso dalla morte di sua moglie. Quando prende appuntamento alla clinica Expanded Horizons di Seattle in cerca di aiuto, incontra River Larsen, un surrogato specializzato in massaggio reiki e terapia sessuale tantrica. Brent non avrebbe mai pensato di poter provare attrazione per un uomo, ma la luce e la pace interiore di River e il suo tocco elettrico lo fanno sentire di nuovo vivo e pronto ad aprire il proprio cuore. Ma riuscirà a convincere il giovane massaggiatore che, con un po’ di fede, l’amore può durare per sempre?

 

 

Hi readers Sale e Pepe, 

in questa recensione vi parlo del libro “La rinascita di River”, quarto volume della Serie: Sex in Seattle #4 di Eli Easton. 

 

Pur essendo parte di una serie, è possibile leggerlo come autoconclusivo, i riferimenti alle coppie precedenti sono davvero pochi, ma in ogni caso, se siete interessati, sul blog trovate le recensioni dei precedenti volumi (tutti davvero super consigliati). 

 

River Larsen è un nomade, un uomo che ricerca la sua felicità nel mondo e, per questo, non ama fermarsi in un posto. È anche un guaritore tantrico, arte dell’amore spirituale, ma non è un maestro nel creare legami duraturi, anzi, è bravissimo nel fuggire dalle emozioni che riguardano l’amore vero… fino a quando, per lavoro, non incontra Brent. 

Brent è spezzato, dopo la morte della moglie vive, anzi, sopravvive come uno zombie. Sembra aver perso ogni attrazione per la sessualità e per la vita in generale. Per cercare di risolvere questo problema, prende appuntamento alla Expanded Horizons di Seattle in cerca di aiuto ed è qui che incontra River Larsen. Come dicevo, River è un guaritore ed è anche un surrogato specializzato in massaggio reiki e terapia sessuale tantrica. 

 

Avete mai sentito parlare di tantra?

Se la risposta è no, forse come me rimarrete affasciantǝ da quest’arte sessuale e dalle tante altre pratiche sensuali presenti in questo libro, ma soprattutto, non potrete che innamorarvi dell’anima purissima di River così come è successo, del tutto inaspettatamente, a Brent. 

 

«Le spiegazioni non servono. L’istinto, l’attrazione che proviamo verso certe cose o persone dipende dal modo in cui la loro essenza risuona dentro di noi. È impossibile spiegarlo razionalmente.»

 

Inizialmente, questo libro mi è sembrato un po’ “semplice”, però quando i due si avvicinano vi posso assicurare che niente rimane semplice.
All’inizio è raccontato dal punto di vista di Brent ed è lui a essere in primo piano. È il momento in cui i due si conoscono e la rinascita sessuale e poi quella vitale di Brent hanno inizio. Un momento che non può non essere descritto come magico, perché ciò che River riesce a fare per Brent è davvero quasi un miracolo. 

Subito dopo, la seconda parte, invece, è descritta dal punto di vista di River, ed è proprio il suo pov a essere leggermente meno intenso e “emozionante”, anche se, in realtà non ha sofferto meno di Brent, anzi. 

Leggere alcune rivelazioni sul suo passato e su ciò che è stato costretto a fare e su come è stato cresciuto, sono state molto sconvolgenti e tristi e, forse, proprio per questo, mi aspettavo qualcosa in più. 

In ogni caso però, questa storia rimane davvero super romantica ed emozionante.

Insieme, Brent e River sono magia pura, il loro legame sembra sin da subito solido ma, se dovessi descriverlo, direi che è un sensualissimo slow burn a livello sentimentale. Sentimenti che per entrambi sono completamente inaspettati: né River, totalmente allergico ai legami sia con i posti che con le persone, né Brent che pensava di essere un vedovo etero, avrebbero mai immaginato di trovare l’uno nell’altro la propria persona. 

 

“«Vuoi stare con me? Come amante?» Brent annuì con convinzione, ma non parlò. Forse non ci riusciva. Ma i suoi occhi dicevano “sì, per favore” [..] 

Stavano giocando con il fuoco e probabilmente con il cuore di Brent. Eppure il momento sembrava inevitabile, come se le loro vite fossero meteore che si muovevano nello spazio, le loro parabole in rotta di collisione nonostante giungessero da galassie diverse.”

 

Questo libro ci insegna che non sempre otteniamo l’amore come ce l’eravamo immaginati, ma con un po’ di fortuna possiamo sperare di ottenere quello di cui abbiamo veramente bisogno. 

 

Per tutto ciò che mi ha fatto provare e per il modo in cui me l’ha fatto provare, non posso che consigliarvi questa dolcissima, e anche sensualissima lettura. 

 

 

 

 

 

 

firma Claudia

 

 

 243 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *