Recensione “La mia Ellen” di Sara Tricoli

 

 

 

Londra 1856 – Ellen, una gentildonna della buona società è a un ballo come tanti. È serena: il suo piano per trascorrere una vita agiata e tranquilla si sta compiendo. Sposerà il cugino Edward, che le permetterà di allontanarsi dall’oppressiva e soffocante madre.

Improvvisamente un uomo, il duca Phillip Persival, le si avvicina e si presenta, dichiarandosi suo promesso sposo.

Lei non può credere a quelle parole.

Tutto risale ai loro tris-nonni e a una promessa che si sono scambiati anni addietro: unire i loro casati.

Ellen desidera rifiutare questa costrizione e inizierà una vera e propria battaglia, soprattutto con se stessa. Si impedirà di lasciarsi incantare da lui, dalla sua splendida galanteria, dalla sua meravigliosa madre, dai suoi amici gentili, dai suoi luoghi incantevoli…

Insomma, dal suo mondo fatato che ha tutte le caratteristiche e i presupposti per piacerle.

Ellen s’imporrà di rimane risoluta e determinata nel suo piano, si sentirà in dovere di farlo per il suo adorato cugino Edward, per la sua amica Alice e, soprattutto, per la sua stessa tranquillità d’animo.

Oppure la sua è solo paura di affrontare il vero amore?

Bellissimo romance storico che gioca sui sentimenti inespressi, sui giudizi del Ton, sul bisogno di amore e libertà spesso repressi nella classe alta.

Ellen è una giovane puledra che scalpita trattenuta dalla madre, quasi soffocata, e questo bisogno di libertà la porta a delle scelte sciocche e pericolose che rischierebbero di precluderle la felicità.

Per fortuna sulla sua strada incontra un giovanotto che va oltre le righe, un campagnolo divenuto Duca che mischia educazione e sfacciataggine e che soprattutto le dichiara apertamente che lei è la sua futura sposa. Decisa a non assoggettarsi a un matrimonio imposto che la priverebbe della tanto agognata voglia di volare con le proprie ali, Ellen farà di tutto per opporsi, ma così facendo mette in mostra il suo vero carattere e forse è proprio quella Ellen che al Duca rimane impressa.

Una bella storia, dei personaggi deliziosi che danno il via a divertenti schermaglie e una bella scrittura che coinvolge ed emoziona.

Consigliato!!

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *