Recensione “La dea della dualità” di James Grey

trama

Rossella è una studentessa universitaria. Sul tetto di un palazzo, rivede con dolore il suo recente passato, sfoglia il suo diario e ritorna agli avvenimenti che hanno segnato gli ultimi mesi. Ci può ancora essere redenzione? È davvero sua la colpa di tutto ciò che è successo? È lei la dea della dualità, patrona del libero arbitrio e delle contraddizioni umane o è solo una vittima del caso e delle strane persone di cui si è circondata? La sua compagna di appartamento, Marica, è una ragazza piena di vita, scapestrata e sessualmente attiva, ma che nasconde terribili segreti che l’hanno segnata nel corpo e nella psiche. Questa è la storia di due giovani donne del nostro tempo, del loro tentativo di fuggire da un destino piatto e scritto da altri in un susseguirsi di emozioni, amori, sesso e inaspettate rivelazioni. ADATTO A UN PUBBLICO ADULTO

recensione

Ho impiegato qualche giorno prima di riuscire a mettermi seduta e scrivere la mia recensione, come per ogni libro, dopo la lettura resta quel momento in cui il lettore deve “digerire” la storia, assimilare bene le parole, cercare di metabolizzare tutto prima di poter riuscire ad avere la mente lucida per poter esprimere un giudizio obiettivo.
L’entusiasmo a volte immediato dopo la lettura di una storia può alterarne la percezione e l’essenza, proprio perché le emozioni e i sentimenti sono troppo recenti.
Quindi eccomi finalmente pronta per analizzare obiettivamente questa piacevole lettura. La storia inizia immediatamente in un modo intenso, con Rossella che in un momento di forte disperazione, stanca di tutto il suo passato e in conflitto con se stessa, in lotta con le sue scelte e le sue più intime certezze e perplessità, decide di aprire il suo diario e ripercorrere gli ultimi eventi che hanno segnato la sua vita, la sua esistenza e la sua vera e più profonda essenza.
I sensi di colpa per una serie di eventi che l’hanno messa di fronte ad una realtà di cui non era ancora venuta a conoscenza.
Una storia di amicizia, di complicità di amore, di confronto e di una serie di esperienze e situazioni che cambieranno la vita di entrambe .
Rossella è una ragazza di buona famiglia, di sani principi morali, educata, rispettosa, che ha solo voglia di studiare e di laurearsi, e ha dei genitori che fanno sacrifici per permetterle di coronare il suo sogno .Marica è una ragazza completamente diversa: studentessa intelligente ma sboccata, sfacciata, libertina ma allo stesso tempo dolce, sincera e affettuosa.
Nonostante le numerose diversità, tra le due nasce una forte amicizia.
Un’amicizia bella, spontanea, quella delle ragazze giovani di quell’età, in cui hai davanti a te tutte le opportunità che la vita ti offre, anche se il corso di questa a volte prende tortuosi sentieri e non sempre il terreno è percorribile.
Marica nasconde un segreto, qualcosa che porebbe far cambiare tutto il senso del loro bellisimo rapporto, e quando il legame diventa abbastanza profondo da far venir vogia di svelare la sua vera identità, Marica inizia non solo a confessare i suoi segreti, ma a mostrarle l’altra faccia della luna.
Rossella, scoprendo i segreti di Marica scoprirà i suoi più intimi pensieri, metterà in discussione tutto ciò che fino ad ora è stata, tutto ciò che ha voluto essere per qualcun altro, ma mai per se stessa.
Ed ecco che nasce la dea della dualità: una donna consapevole della sua doppia identità morale, grazie a una serie di eventi e di necessità  che la trasformeranno in ciò che probabilmente era sempre stata, ma di cui non aveva ancora acquistato consapevolezza.
Una storia di dolcezza, di scelte forse irresponsabili, una serie di amicizie che dirotteranno il corso delle due giovani vite.
Ciò che divorerà nell’anima Rossella saranno i suoi sensi di colpa, le sue responsabilità  per se stessa e per le persone a cui vuole bene, lo scoprire l’altra faccia di una medaglia, di una dura e cruda realtà inconfessabile anche davanti alla più violenta evidenza.
È tutta sua la colpa degli eventi che travolgono questa giovane donna? Verament è lei la dea della dualità, o è tutto un gioco fatto di casualità e di una serie di sfortunati eventi?
Il prezzo di una verità svelata.
Un libro scritto con un lnguaggio giovane, ma con una profondità adulta, una crescita interiore e una presa di conoscenza del proprio corpo e della propria anima.
La dea della dualità è una lettura forte, piacevole, ma che lascia un’amarezza e una tristezza infinita.
La sorpresa del finale lascia tutti sorpresi, è inaspettato e immediato come un pugno nello stomaco.
Lo stesso dolore che logora dentro la ghiovane Rossella, lo stesso amore che intrappolando Marica l’ha poi liberata.
Bello, da leggere tutto d’un fiato tra lacrime e sorrisi, tra forti emozioni e il dubbio che quella dualità appartenga un po’ ad ognuno di noi

Sensualità:

cuori5

Recensione:

FirmaMarinaB

Editing:

pandora

 445 total views,  2 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA