Recensione “Killian” di Taylor Kinney

trama

Killian e Sin non vivono nell’harem della Regina, non sono così fortunati… loro appartengono al Principe Alexander e il loro giovane e viziato Padrone non gli rende la vita facile e non gli concede alcuna libertà. Sin appartiene ad Alexander da quando era poco più che un ragazzino, hanno condiviso molto e tra loro c’è sempre stata una grande intesa, ma anche l’amore più profondo finisce quando è a senso unico e Alex è bravo ad allontanare le persone… Killian è ancora molto giovane, ma nonostante questo ha già sofferto tanto, soprattutto per mano del suo Padrone. Il suo unico rifugio è Sin che però si ostina a tenerlo a distanza e a non concedergli l’amore di cui ha sempre più bisogno. “Uno schiavo non ha il diritto di innamorarsi” è ciò che Sin gli ripete sempre più spesso, ma Killian sa ciò che vuole e non si arrenderà fin quando non l’avrà ottenuto..

recensione

Oddio… Era tanto che aspettavo questa uscita e sinceramente l’attesa è stata pienamente ricompensata dalle pagine lette.
Amo questa serie, l’ho amata sin dal primo libro e a ogni nuova uscita le emozioni sono sempre più forti.
L’autrice è in grado di trasmettere esattamente cosa provano i suoi personaggi e ti catapulta nel loro mondo facendoti immergere completamente nelle loro vite.
Abbiamo conosciuto i due protagonisti di questo capitolo nel libro precedente e vi assicuro che se non vi siete innamorate di loro quella volta lo farete adesso. Sin, duro e fedele al suo padrone, che si scioglie quando s’innamora di Killian, uno degli uomini più dolci e testardi che abbia mai conosciuto. La storia non è sempre semplice e ci sono momenti in cui ho temuto per la vita di uno o dell’altro, versando non poche lacrime.
Questo libro è l’incastro imperfetto di tutte le cose lasciate in sospeso nei libri precedenti, Rage e Hunter ne fanno da padrone quasi quanto i due protagonisti principali.
Finalmente conosciamo meglio Alexander, ed emergono alcuni suoi tratti caratteriali che che vi faranno piacevolmente cambiare idea sul suo carattere.
Se avete già letto i libri precedenti sapete già che il BDSM è il tratto caratteristico di questa serie, ma il rapporto schiavo/padrone e l’amore che nasce e cresce tra le varie coppie lascia sempre un bel sorriso sulle labbra. Questo forse è il libro che maggiormente colpisce i cuori sensibili, la sofferenza dei due protagonisti è a tratti insopportabile, ma è proprio questo che ve li farà amare dalla prima all’ultima pagina.
Come al solito il modo di scrivere di Taylor non delude, accattivante e sempre ben curato fin nei minimi dettagli.
Perfetto, assolutamente perfetto!
Adesso non mi resta che aspettare di nuovo. So già che nell’attesa mi rileggero un paio di volte tutta la serie.
Non so voi, ma a me la Kinney crea dipendenza.

Sensualità:

5 cuori rosso

Recensione:

FirmaIceAngel2

Editing:

pandora

Sharing is caring!

Our Score

One thought on “Recensione “Killian” di Taylor Kinney”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA