Recensione “Isolati” di Brigham Vaughn

 

 

 

Magari fuori farà freddo, ma dentro la temperatura sta salendo.

Quando lo studente universitario Kevin Taggert ritorna a casa con il suo migliore amico per il Ringraziamento, l’ultima cosa che si aspetta è di sbavare sul padre del ragazzo.

Il quarantottenne Drew Freeman vorrebbe avere una relazione, ma non si sarebbe mai aspettato di trovarla con il migliore amico del proprio figlio.

Quando un cambiamento di piani dell’ultimo minuto lascia Drew e Kevin da soli in una baita, una settimana prima di Natale, la passione tra di loro è troppa per poterla negare.

Anche se si ripromettono di far durare tutto quello solo per quell’unica settimana, ogni giorno che passa li avvicina di più. Con l’arrivo del Natale, e del figlio di Drew, possono salvare sia la loro relazione che la vacanza?

 

 

Hi readers Sale e Pepe, 

Oggi vi parlo di un’altra novella di Natale perfetta per questo periodo, ovvero “Isolati” di Brigham Vaughn, tradotto in Italiano da Quixote Translations. 

Facciamo una piccola premessa io amo i gap age impegnativi e qui è davvero bello pensante, ovvero 23 anni, per cui mi sono fiondata in questa lettura senza neanche leggere la trama, letteralmente. 

Ho detto Sì, questo voglio leggerlo! E poi conoscendo anche l’autrice e sapendo che il suo stile mi piace sono andata veramente a scatola chiusa. 

Questo ha fatto si che mi godessi anche di più la storia perché, è inutile negarlo, la trama già racconta in maniera chiara quello che succede, per cui la lettura diviene quasi “prevedibile”. 

Andando alla cieca invece, ho scoperta man mano cosa succede a Drew e Kevin e come il loro amore arrivi tanto inaspettato quanto travolgente. 

La chimica  tra i due è quasi immediata e a discapito di ogni loro preoccupazioni e tentativo di rimanere lontani non riusciranno a resisterle.

Infatti, l’attrazione non è solo a livello fisico, ma i due pur avendo questa forte differenza di età sembrano stare insieme con estrema facilità e si troveranno in connessione anche a livello mentale. 

Nessuno dei due ama le storie occasionali e quello che veramente vogliono dalla vita sono conversazioni soddisfacenti, interessi comuni e cose così, ben più di una veloce sc0pata.

Entrambi infatti cercano, stabilità, protezione e apprezzamento e lo trovano sin dall’inizio l’uno nell’altro, insieme ad un amico, un confidente ed una persona a cui dare fiducia, sarà solo dopo che le cose andranno avanti che tutto questo si trasformerà in amore. 

 

“Sono stato più felice con lui nell’ultimo mese che con Paul in tutto quel tempo. Mi sono sentito più apprezzato, più visto, più sostenuto e protetto di quanto mi fossi sentito in tre anni con Paul. Ed è tutto ciò che voglio con Drew: farlo sentire così, amarlo e sostenerlo e stare con lui.»”

 

La storia, come dicevo, è semplice, ma molto carina, il flirtare di Drew e Kevin è estremamente sensuale, e vedere il modo in cui si avvicinano è davvero dolce. 

Non è una lettura “sorprendente” ma si fa leggere con piacere perché lo stile è scorrevole e essenziale.

Ps. Mi ha ricordato molto una serie che mi è piaciuta parecchio ovvero “Best Friend’s Father” di Devon McCormack che vi consiglio. 

 

La nostra votazione
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *