Recensione “Io sono Alessandro” (Trilogia) di Leda Moore

trama

Perdere l’amore della vita, trovarlo sulla propria strada a distanza di anni e scoprire che nulla è cambiato. Roberto guarda gli occhi di Mary e vede quelli di Carla, la ragazza che ha amato con tutto se stesso in passato e che ancora è marcata a fuoco sulla sua pelle.
Cos’è il suo incontro con la figlia perduta, se non un segno del destino? Una risposta alle sue preghiere per essere finalmente felice, avere la forza di cercare quell’amore perduto e adorarlo come non ha mai potuto fare prima.
Ma Carla non è più sola. C’è Alessandro con lei, un ragazzo dal passato tragico, figlio del suo ex marito e bello come un diavolo. Tentatore, sfrontato, sexy e pericoloso, Alessandro si insinuerà nella vita di Mary per sconvolgerla, devastarla, amarla, ma di un amore talmente privo di appigli da risultare malato, struggente, dannoso.

Lettori attenzione ai vostri cuori. Alessandro li distruggerà irrimediabilmente o forse no, lì conquisterà.

recensione

Dunque… da dove comincio? Ho letto in un’unica soluzione la trilogia di questo Romanzo, se vi dovessi raccontare in breve cosa succede staremmo qui fino a domani, quindi parliamo di quello che ho provato leggendolo!
Sicuramente mi ha suscitato una tempesta ormonale non indifferente: tanto, tantissimo eros ben descritto e distribuito, scene di sesso esplicite ma non pesanti, una sorta di alchimia perfetta tra passione e sentimento.
I protagonisti sono Alessandro e Mary, due ragazzi con un bagaglio di vita sicuramente pesante. Lei dolce e pacata, lui bello e dannato… tanto dannato! Di Alessandro vi innamorerete, poi lo odierete per poi amarlo di nuovo e di nuovo odiarlo, così all’infinito per tutte le 700 pagine!!!
Ma non ci sono solo loro: ci sono anche Carla e Roberto, i genitori naturali di Mary, un amore interrotto e ricostruito, vent’anni di lontananza che non sono serviti a dimenticare… Carla è anche la “matrigna” (passatemi il termine) di Alessandro, al quale vuole bene come se fosse figlio suo e che vuole proteggere e salvare dai fantasmi del passato.
Un libro da affrontare quando avete tanto tempo a disposizione, perché vi terrà incollati alle pagine e sarà faticoso chiuderlo per cercare di dormire almeno 4 o 5 ore per notte.
La scrittura è fluida, qualche refuso ma nulla che rovini la lettura, scene e sentimenti messi nero su bianco con grande bravura! Per quanto mi riguarda vi dico solo che ho intenzione di rileggerlo e di perdermi ancora fra queste pagine! Unico avvertimento, non è un libro da leggere per passare un pomeriggio, è emotivamente molto impegnativo!

Sensualità:

5 cuori rosso

Recensione:

Ele

Editing:

pandora

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *