Recensione “Inseguendo il destino” di Terri E. Laine

 

 

 

Una notte… un bacio… un tocco… cambierà ogni cosa.

Chance Abbot è presuntuoso.

Sexy.

Bellissimo.

È un giocatore sotto ogni punto di vista.

Mi ha spezzato il cuore una volta e ho giurato che non gli avrei mai concesso una seconda occasione.

Quando mi sorride, però, mostrando quelle fossette irresistibili o guardandomi come se fossi la cosa più bella che abbia mai visto, mi dimentico che non dovrei cadere di nuovo vittima del suo fascino.

Brie Holloway è bellissima.

Innocente.

Indimenticabile.

È tutto quello che ho sempre voluto e che non merito.

Questo, tuttavia, non mi tratterrà dal cercare di riconquistarla.

Così, quando lei ha iniziato a uscire con l’assistente del professore, ho promesso di mantenere il segreto, a una sola condizione: ogni volta che uscirà con lui, poi dovrà uscire anche con me. Sono pronto a farle capire che sono io quello giusto per lei, un appuntamento alla volta.

Lui sta accendendo un fuoco nel mio cuore, sta abbattendo le mie difese e sta cercando di dimostrarmi che si merita una seconda occasione.

Lei è tutto ciò che c’è di buono nel mio mondo e, se vuole che le dia la caccia, lo farò, perché è grazie a lei che ho iniziato a inseguire il destino…

Innamorata dell’intera serie, dei protagonisti, vorresti conoscerli tutti e scoprire le loro storie.

Te li ritrovi tutti, amici, compagni, ex e ti senti dentro una grande famiglia, una serie alla Dawson’s Creek.

Qui Chance si sente inferiore, senza un futuro stabile né possibilità; fugge di fronte a quell’amore, eppure ne è attratto come una falena con la luce.

“Non posso portarti in ristoranti di lusso o a mostre d’arte. Non ho abbastanza soldi per competere… Sei tutto ciò che c’è di bello in questo mondo, Brie.”

Ma l’amore si sa che non teme rivali, ostacoli e paure.

Chance e Brie sono quanto più di diverso ci sia, opposti direi, eppure amanti.

Riconquistarla dopo averla delusa e rifiutata, con gesti piccoli e genuini.

Un appuntamento sotto le stelle, un pic-nic al parco, parole semplici e disarmanti: “Ho saputo dal primo momento in cui ti ho vista che eri quella giusta… Tu per me sei più importante di un contratto di football, più del diploma che abbiamo ricevuto oggi…”

Paure, un passato che distrugge, ricordi che fanno male e l’amore che cura tutte le ferite.

#lamiabellissimaragazza… #listadeidesideri

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *