Recensione “Innamorarsi” di J.S. Finley

 

 

 

Quando cadi, devi accettarlo.

Thomas.
Lavorare duramente è una cosa che ha sempre fatto, ma non ha mai dovuto sforzarsi così tanto per farsi notare da qualcuno. Clay non è interessato, o forse sì?

Il viaggio sulla sua barca è un test, ma finirà in suo favore? La tentazione infiamma Thomas, ma Clay se ne andrà dalla Florida prima che lui possa provarci? Deve correre il rischio o non potrà mai perdonarselo.

Clay.
C’è qualcosa in Thomas che lo fa sentire accaldato sotto i vestiti. Non è solo il calore della Florida; è l’uomo sexy al suo fianco che lo fa sudare. Clay vorrebbe provarci, ma come potrebbe sollevare la questione? Farsi coinvolgere potrebbe far finire la loro amicizia, e quella è l’ultima cosa che desidera.

Solo un bacio cambierà tutto. Sarà coraggioso quando si presenterà l’opportunità, o ignorerà l’attrazione e lascerà la Florida, senza nemmeno correre il rischio?

Clay e Thomas sono ex commilitoni ed amici da anni, entrambi etero finché non si ritrovano da soli, in vacanza. Dal nulla capiscono di provare qualcosa l’uno per l’altro.

Ho letto diversi romance m/m e in nessuno di questi mi è capitato di leggere di un ragazzo che si riscopre gay, avere con così tanta facilità rapporti sessuali con un altro uomo. Capita di leggere storie d’amore nate da un’amicizia ma, in questo caso, mi è sembrato un po’ forzato. È tutto troppo semplice.

Devo ammettere però, che mi sono piaciuti i due protagonisti e il loro rapporto con gli altri ex commilitoni.

Un’altra parte essenziale della storia è il problema lavorativo di Clay: lui ha scoperto di avere colleghi corrotti e per questo viene messo nei guai. Nella prima parte del romanzo, quando si dà più importanza alla nascita della storia d’amore tra Clay e Thomas, si accenna al turbamento del ragazzo, mentre nella parte finale si affronta in pieno il discorso, facendolo scivolare e quasi risolvere così velocemente, che anche qui sembra tanto forzato.

Il passato di tutti i ragazzi e il loro rapporto di amicizia vengono raccontati come se già sapessimo cosa hanno vissuto insieme.

Diciamo che non posso dire che non sia una bella storia d’amore, ma avrei preferito che l’autrice avesse dato più spazio a Clay e a quello che gli succede, oltre ad uno spessore maggiore ai personaggi.

firma Claudia

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *