Recensione in anteprima “Il prezzo della vittoria” Serie: TIN #1 di Charlie Cochet

 

Nome in codice: Caos.

Dexter J. Daley, ex agente dei THIRDS e ora agente del TIN, è una leggenda. Vi basterà chiederglielo, ve lo dirà. Caos non è tanto un nome in codice quanto il suo modo di essere. Ha passato gli ultimi quattro anni a togliere di mezzo cattivi per conto del Network dell’Intelligence Teriana. Cavolo, il suo secondo nome è letteralmente Justice, giustizia. Però una nuova missione lo porta faccia a faccia con un tipo di mostro diverso, dotato di un’arma che può alterare il corso della storia. Il fallimento non è contemplato, ma mentre l’incarico si trasforma da pericoloso in mortale, Dex si trova di fronte a una forza molto più spaventosa, e stavolta non c’è via di scampo.

Nome in codice: Atlas

Come ex caposquadra della Destructive Delta e ora agente del TIN, Sloane Daley sa cosa si prova a portare il peso del mondo sulle proprie spalle. Sa anche che lui e suo marito, Dex, possono superare qualsiasi cosa, a prescindere dalla sfida che si trovano ad affrontare. Ma quando la loro ultima missione prende una piega personale, Sloane è costretto a confrontarsi proprio con ciò che lo ha creato. Ripercorrere un passato che pensava di essersi lasciato alle spalle è l’ultimo dei suoi problemi, perché la minaccia più grossa che sta per incontrare… è suo marito.

 

Hi readers Sale e Pepe,
Sono super emozionata per questa recensione che sto scrivendo perché dopo un po’ di tempo sono tornata a casa, ovvero a New York da Dexter J. Daley e suo marito Sloane.
Finalmente è arrivato in Italia il primo nuovo capitolo delle avventure di Dex Sloane, ormai diventati membri operativi del TIN (L’Intelligence teriana).

Per cui eccomi a parlare di “il prezzo della vittoria”, serie TIN #1.
Tra questo libro e l’ultimo dei Thirds (L’ultima Sfida) c’è un piccolo balzo temporale, circa quattro anni, ma per me è stato come se non li avessi mai lasciati. Ho sentito la stessa affinità con i personaggi che avevo avuto nei libri della serie principale.
Anche se, come mi aspettavo, tante cose sono cambiate:
Dex è sempre più preparato e sicuro sul lavoro: più forte, più veloce, una vera spia.
Sloane allo stesso tempo ha perfezionato se stesso fino a divenire un agente ancora più coraggioso e letale.
Entrambi sono più maturi (anche se per Dex questo potrebbe sembrare un termine inadatto) e lo dimostrano, oltre il comportamento, anche le nuove ciocche argentate nei loro capelli.
Anche i loro interventi hanno fatto un salto di qualità, da operazioni militari, rischiose ma in vista sulle strade della città, a vere e proprie missioni sotto copertura, emozionati, adrenaliniche e piene dei classici sotterfugi da spie.

“Eccola lì. La ragione per cui avevano accettato l’offerta di unirsi al TIN. Come agenti dei THIRDS avevano annientato criminali e gruppi estremisti. Si erano sacrificati e si erano messi sulla linea del fuoco giorno dopo giorno per tenere al sicuro la loro città. Erano stati le pedine di un burattinaio, che era stato il responsabile di tanta distruzione e della morte dei genitori di Dex quando lui era solo un bambino. Quello lo aveva spronato a diventare più di una risorsa del TIN. Aveva voluto colpire prima che potessero farlo quegli stronzi. Per tenere al sicuro le persone a cui voleva bene.”

Qualcosa però è rimasta la stessa: la loro chimica esplosiva, il carattere tutto fuoco e fiamme di Dex e soprattutto il loro cuore.
Sono ancora due uomini capaci di amare incondizionatamente e di dare vita ad un sentimento fortissimo che li lega l’uno all’altro e alla loro, splendida e allargata (ora anche di più), famiglia.

«Tu sarai sempre la mia minaccia bionda.» Dex rise. «E tu sarai sempre il mio orsacchiotto musone.»

 

Mi aspettavo che il post trasformazione di Dex non fosse rose e fiori e in effetti in questo primo libro vediamo gli effetti della nuova condizione di ibrido e come essi influiscono sul lavoro e sulla sua vita.
Non solo non è facile per gli altri capire ciò che sta accadendo; ma anche per Dex riconoscere e accettare il nuovo se stesso non è, e non sarà semplice.

Ho trovato questa prima nuova “uscita” come spie di Dex e Sloane davvero eccezionale. Non sono riuscita a staccarmi dalle pagine. La storia inventata dalla Cochet stavolta è più complessa, si sviluppa diversamente, in maniera più lenta, ma anche più contorta, come una classica spy storie.
I nostri eroi si ritroveranno faccia a faccia con un diverso tipo di mostro apparente meno violento forse, ma in realtà più crudele e infido dei precedenti, uno dotato di un’arma che può realmente alterare il corso della storia e distruggere il sottile equilibrio tra umani e teriani.
Ed è per questo che non sarà facile riuscire a vincere senza pagarne un duro prezzo e rinunciare a qualcosa.

Ho iniziato e finito il libro in giornata (si, ho rinunciato anche a uscire per leggere), ora però PRETENDO di leggere i seguiti, perché dopo questa avventura non vedo l’ora di capire come cambieranno le dinamiche all’interno della nostra coppia e anche con la loro famiglia Thirds.
Famiglia che qui, seppur per poco, sono tornata a vedere e ammirare.
Piccolo apprezzamento anche per le nuove aggiunte, che anche se ancora ho visto per poco mi hanno colpita fin da subito; li ho trovati personaggi davvero interessantissimi.

Giovanni

 148 total views,  3 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

One thought on “Recensione in anteprima “Il prezzo della vittoria” Serie: TIN #1 di Charlie Cochet”

  1. sera,
    allora l’ho letto tutto d’un fiato perchè il titolo mi ha forviato, mi ha messo ansia ee l’ho iniziato alla mezzanotte, finito alle 03, credevo che accadesse qualcosa ad uno dei 2..
    ora la vera domanda eh, in che cosa si sta trasformando Dex ??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA