Recensione “Il sorriso di Jesse” di Angelique Jurd

 

 

 

Jesse Peterson ha ventisei anni e ama lavorare in un negozio di animali. Ama i gatti, i cani e in particolar modo Sniffles, il coniglio. Quello che non ama è il modo in cui le persone danno per scontato che sia ritardato. Che non riesca a occuparsi di se stesso, che non sia un uomo.
Perciò quando un nuovo cliente, venuto a comprare cibo per il suo gatto, gli chiede di uscire, Jesse fa fatica a capirne il motivo. Lui sa di non essere stupido, ma nessun altro sembra capirlo. La gente vede in lui solo un giovane attraente, il cui sorriso sembra la cosa più brillante che possiede.
Drew Oliver non è “le altre persone”. Insegnante di liceo con una storia di decisioni personali sbagliate, Drew è paziente, affettuoso, e non gli importa che Jesse sia diverso. Vuole solo farlo sorridere il più possibile.

Sembrano tutti avere un’opinione sulle differenze tra Drew e Jesse, e pochi sembrano notare le cose che hanno in comune. Può la loro relazione sopravvivere allo scrutinio e al giudizio di chiunque attorno a loro? E quando una delle pessime scelte di Drew torna dal passato, l’amore sarà sufficiente per aiutarli a sopravvivere a quello che succederà?

Ho fatto un errore: ho dato per scontato questo libro, pensando che sarebbe stato uno dei tanti. Non ho potuto fare altro che ricredermi.

È scritto benissimo, con una storia completa che lascia spazio ad un futuro di possibilità e che non tralascia niente. La caratterizzazione dei personaggi, e dei due protagonisti in particolare, è esaustiva e dettagliata fin nei minimi particolari. Non si può non entrare in una narrazione che cattura e trascina il lettore, accompagnandolo fino alla fine.

È un romanzo lungo, pieno di eventi, ma senza i quali non sarebbe altrettanto bello. Sembra non finire mai eppure trascorre poco meno di un anno dall’inizio alla fine. È denso e, a volte, pesante. Non è una passeggiata né un libro da leggere con troppa leggerezza. Mi è rimasto dentro e spero possa farlo anche con i miei colleghi lettori.

La relazione tra Jesse e Drew è decisamente particolare, se vista da fuori. Il primo ha diverse problematiche che il secondo riesce a bypassare, vedendo davvero chi si trova davanti, senza dare peso alle “stranezze”. I due hanno una relazione normale, si amano da impazzire e sono d’accordo con Jody, amica di Drew, quando dice che sono vomitevoli da quanto sono carini e innamorati. L’uno è la roccia dell’altro. Ma non è facile vivere un rapporto considerato anormale da tutti quelli che li circondano.

L’amore è la base di questa storia, un amore vero, forte, potente. In grado di vincere le ristrettezze cognitive degli “altri”.

Non è stato facile leggerlo, a volte ho dovuto smettere perché non ero pronta a sentire certe emozioni. Ma ce l’ho fatta e sono davvero contenta di averlo fatto.

Vi consiglio di leggerlo, ma anche di prepararvi qualche fazzoletto… potrebbe servirvi.

firma Claudia

firma Anna

 376 total views,  3 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *