Recensione “Il soldato” Kate Aaron

 

 

 

 

L’amore è il legame più forte.
Tre mesi. È tutto ciò che è bastato a Kai per abbandonare la libertà e imparare ad amare la sua nuova vita come schiavo di piacere di un ricco signore del Thirsk.
Ritrovandosi di nuovo circondato dalla sua gente, dovrebbe essere felice, eppure loro non sono come lui li ricordava. Diffidenti e disgustati dalla sua relazione non con un uomo, ma due, rendono ben chiaro che Kai non ha più un posto tra loro.
Picchiato, affamato e torturato, quando arriva la possibilità di fuggire Kai ha a malapena le forze per compiere il viaggio. E anche se avrà successo, come potrebbe qualcuno amare ciò che lui è diventato per sopravvivere?

Può l’amore sconvolgere l’intera esistenza di un uomo? Può l’amore spingere un essere umano a compiere certe cose sapendo di rischiare la vita?

Per Kai, in questo capitolo non è stato affatto facile, mi sono sentita male per lui diverse volte e ho pianto talmente tanto da avere gli occhi gonfi a fine lettura.

La potenza dell’amore. Questo libro ti fa capire qunto l’amore sia importante per l’essere umano, quanto il cuore incida sulle nostre decisioni e quanto il tempo poco conta per innamorarsi perdutamente.

Un uomo che baratta la propria libertà pur di salvare gli uomini che ama, un uomo nato libero che si rendo conto di preferire la schiavitù al fianco di chi a sua volta lo ama. Un uomo che nonostante torture e dolore, va avanti per la propria salvezza e per la salvezza dei suoi amori.

Un libro che ti tiene con il fiato sospeso dalla prima all’ultima pagina e se ne lprimo capitolo l’autrice ci ha fatto conoscere la dolcezza dei protagonisti e i primi filamenti dell’amore che li lega, in questo ci fa capire i sacrifici che siamo disposti a compiere per continuare ad essere felici.

Basterà l’amore a far dimenticare quanto di brutto hanno subito i nostri protagonisti in qieste pagine?

Ci vediamo al prossimo capitolo della serie…

 488 total views,  3 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA