Recensione “Il pesci prende all’amo il toro” di Anyta Sunday

 

 

 

Zane ha un piano ben preciso: un Magico Incontro, innamorarsi e vivere per sempre felici e contenti.

Dovrebbe essere piuttosto semplice, se ci si impegna. Gli basterà usare un po’ di creatività e pensare fuori dagli schemi et voilà, sarà sposato con la donna dei suoi sogni.

Sarà perfetto.

A patto che succeda prima che gli scada il visto.

Ma perché è in balia di un turbine di sentimenti, ora che è sotto pressione? Perché il suo piano perfetto si è tramutato in un’enorme confusione di metafore che non riesce più a decifrare?

Per fortuna ha conosciuto un professore d’Inglese che può aiutarlo. E, nonostante il loro primo incontro sia tutt’altro che magico, quest’insegnante senza grilli per la testa è probabilmente la persona realista di cui Zane ha bisogno per tenere i piedi per terra e, alla fin fine, avere l’occasione di trovare l’amore.

Quarto capitolo della serie “Segni d’amore”, questo romanzo si allinea ai precedenti per stile e creatività. La Sunday infatti è ormai famosa per la scrittura accattivante, ironica e precisa, ma soprattutto realistica.

In questo volume conosciamo due uomini molto diversi fra loro: Zane è uno spirito puro, limpido, forse un po’ ingenuo ma sempre disponibile e aperto, è solare e ottimista e pronto a cacciarsi a capofitto nelle avventure che gli accadono; dall’altro lato abbiamo Beckett che, invece, è più chiuso e disilluso dalla vita e porta dentro di sé delle profonde cicatrici che lo segnano e non gli permettono di vivere a pieno. Il loro incontro è disarmante e toccante. Ammetto che nelle serie spesso mi stanco di leggere la solita minestra riscaldata e invece la Sunday sa essere sempre originale e coinvolgente ma soprattutto sa mettere in campo delle storie e dei personaggi credibili, autentici, che sanno toccare le corde del cuore ed emozionare.

Consigliato!!

firma Claudia

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *