Recensione “Il Mutafavole e l’ombra del primo buio” di A.C.Napolitano

 

 

 

 

 

trama

Dante è il giovane discendente di una nobile famiglia italiana segretamente impegnata nella lotta all’oscurità e la custodia di manoscritti fuori dal comune. Catapultato in questo mondo magico, dopo aver ereditato alcuni talenti speciali, Dante imparerà sulla propria pelle che molte delle creature che abitano la fantasia umana sono reali. Alcuni scrittori, definiti Svela Mondi, infatti, hanno la capacità di far vivere queste creature fuori dai margini di carta. La trama s’infittisce di eventi man mano che Dante penetra più profondamente gli strati di questa nuova realtà, diventando egli stesso l’ago della bilancia tra il Bene e il Male. Alla fine, però, sarà Dante e nessun altro a decidere per il proprio destino e a scoprire se il suo talento è un dono di vita o di morte.

recensione

Ho scelto di leggere questo romanzo incuriosita dal titolo.

Chi di noi non ha mai sognato leggendo qualsiasi libro di poterne cambiare il finale o mutarne gli avvenimenti?

Io personalmente l’ho sempre fatto, quindi ho seguito l’istinto e devo dire che non me ne posso assolutamente pentire.

Tendenzialmente non amo leggere libri scritti in terza persona, poiché fatico ad empatizzare con i personaggi, ma in questo caso devo ammettere che la mia teoria è stata smentita.

Troviamo personaggi delle più svariate tipologie, tratti dall’intera cultura fantasy, partendo dai mutaforma, passando per le fattucchiere fino ad arrivare agli elfi, e ognuno di loro presenta un carattere ben distinto e a tratti anche molto complesso in cui non si fa per nulla fatica ad identificarsi.

Se all’inizio la narrazione può sembrare un po’ lenta, con l’avanzare delle pagine suspense e colpi di scena cominciano a farsi strada rendendo tutto particolarmente avvincente e intrigante.

Un messaggio molto importante si legge tra le righe di questo romanzo: l’importanza della famiglia.

Molti personaggi infatti soffrono per la mancanza di una famiglia che hanno dovuto lasciare nel mondo cartaceo o che hanno perso per i più svariati motivi e corrono alla ricerca di familiarità e di sicurezza che trovano anche nei forti legami di amicizia.

Sono rimasta particolarmente affascinata dalla figura dello Svela Mondi, che ho trovato molto originale.

Hanno la capacità di dare vita sulla carta a mondi fantastici e di portare le creature che ne fanno parte oltre la soglia, nel mondo reale.

Grazie a loro il legame tra autore e creatura diventa molto forte, quasi genitoriale, e penso che ciò porti i lettori più accaniti a liberare la fantasia e a fondersi ancora di più con la storia.

Il finale resta aperto, poiché si tratta del primo capitolo di una trilogia.

Non mi resta che attendere il secondo e il terzo volume che leggerò sicuramente con grande piacere.

Consiglio la lettura di questo libro?

Assolutamente si, la consiglio a un pubblico adolescente che ne trarrebbe grandi insegnamenti morali, la consiglio a un pubblico adulto che abbia voglia di lasciarsi trascinare in un racconto leggero ma molto coinvolgente, e infine la consiglio agli autori, perché in fondo ognuno di loro è un po’ uno Svela Mondi.

Recensione:

Editing: mandy

 

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA