Recensione “I veri colori” di Anyta Sunday

 

 

 

 

Oskar era il migliore amico di Marco. Era tutto per lui. Il suo giallo sole.

Ma quello era prima. Prima che Marco smettesse di essere un ragazzo popolare. Prima che imparasse a convivere con le cicatrici e con il dolore. E prima che Oskar distruggesse la loro amicizia.

Ora il ragazzo della porta accanto è tornato, determinato a riallacciare i rapporti con lui, e Marco ha più paura che mai. Paura di essere ferito. Paura di essere umiliato.

Paura di innamorarsi.

Riuscirà Oskar a farsi strada tra quei timori, fino a raggiungere il suo cuore?

Stupendo. Ho pianto per circa metà del libro e ancora adesso, quando ci ripenso, mi fa battere il cuore.

La storia è drammatica e vede come protagonisti due ragazzi, da sempre migliori amici. Dei due Marco vive un’esperienza terribile da ragazzino, un incidente che gli porta via la mamma e lo lascia con delle orribili cicatrici. Questo lo segnerà per tutta la vita, ma non solo l’incidente, anche tutto ciò che ne consegue. La cattiveria dei compagni, le mille cose non dette, la paura di non essere più accettato.

Oskar dal canto suo non è stato sempre in grado di sollevare l’amico, di essergli accanto e di difenderlo al momento opportuno e questo li ha separati: la paura dell’uno e il rimorso dell’altro.

Passano gli anni e i due si rivedono, ma le ferite sono ancora troppo aperte, se poi si aggiunge l’amore è la fine. I sentimenti sono troppo forti nel bene e nel male, l’amore può diventare odio a volte e non trovare più la strada di casa.

Storia bellissima, personaggi fantastici e ricchi di sfumature, scrittura fluida e coinvolgente al massimo.

Romanzo super-consigliato!!

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *