Recensione “Guai in vista” di Tia Louise

 

Spencer Carrollton è un bullo dai capelli scuri e dagli occhi color nocciola.

Quando mi sono scontrata con lui al matrimonio di mia cugina non stavo cercando una storia d’amore, ma i suoi occhi maliziosi si sono illuminati e le labbra arricciate in un sorrisetto ambiguo. Avrei dovuto scappare.

Non l’ho fatto. L’ho baciato invece.

Mi ha aiutato, dandomi un lavoro quando ne ho avuto bisogno.

Di solito non frequento i clienti, ma Spencer Carrollton è incredibilmente bello quando indossa un completo.

È troppo sexy. È possessivo, esigente, un dio del sesso.

È un miliardario arrogante che pensa che cadrò ai suoi piedi, ma non succederà un’altra volta.

Anche se poi, per allontanarmi dal pericolo finisco per trasferirmi da lui.

Con il passare delle notti, ci avviciniamo sempre di più, so che potrei perdere questa battaglia.

Spencer Carrollton ottiene sempre quello che vuole.

Il problema è che vuole me.

 

 

Lui era un bullo, ora imprenditore miliardario. Lei una massaggiatrice e scultrice floreale.

Un incontro casuale al matrimonio della cugina, un accordo di lavoro e inizia la loro avventura.

Jocelyn esce da una relazione durata anni, finita in maniera deludente dove aveva donato tutta se stessa e aveva circoscritto la sua vita intorno al partner.

Spencer è il tipico uomo freddo e cinico senza legami.
Una storia letta e riletta, un amore che cresce lentamente, ma che dapprima divampa in passione.

Un esserci sempre, proteggerla adesso è il suo obiettivo e se è il cuore a farne le spese ben venga.

E’ una storia che a tratti sa di romanticismo, le sculture a tema Disney, i sogni d’amore della protagonista, ma per il resto è passione pura.

Un lieto fine degno di una fiaba ed ecco che un altro bullo si sistema.

 158 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *