Recensione “Generosi (gay harem romance) (Four Mercenaries IT Vol. 1)” di K.A. Merikan

 

 

 

Clover è un orfano che conduce una vita difficile e caotica. Niente stabilità. Niente soldi. Niente amici. Non si fida di nessuno.

La sua vita già triste scende in picchiata quando finisce tra le mani di una gang coinvolta nel traffico di esseri umani. Qualcuno ha richiesto un giovane uomo albino, e Clover dovrà diventare proprietà di un compratore misterioso che non si fermerà davanti a niente pur di soddisfare i propri desideri più perversi. Il destino di Clover sembra segnato finché non sarà casualmente salvato da quattro cacciatori di teste che vogliono catturare i suoi rapitori.

I quattro mercenari vogliono andare avanti per la loro strada, ma quando Clover li supplicherà di proteggerlo, loro accetteranno, anche se ci sarà un prezzo da pagare. All’inizio, l’accordo sembra poco chiaro, ma quando comincerà a conoscere i quattro uomini che lo hanno trascinato in una corsa spericolata, i suoi sentimenti potrebbero diventare pericolosi quanto lo sfuggente compratore.

Tuttavia, una relazione con quattro uomini diversi potrà mai funzionare? Sono uomini che uccidono per vivere. Uomini pieni di contraddizioni.

Tank. L’imponente ex soldato che desidera essere il paparino di Clover.

Pyro. Selvaggio, pieno di tatuaggi, con una bocca pronta a dire oscenità e una smania per la violenza

Boar. Rosso, barbuto, un orsacchiotto che può trasformarsi in un grizzly.

Drake. Oscuro e pericoloso, con una lingua affilata come i suoi coltelli.

Questi uomini possono procurargli l’amore e la sicurezza che desidera? Oppure Clover ha commesso l’errore peggiore della sua vita?

Primo della trilogia si apre su un rapimento, quello del giovane albino Clover, cui immediatamente segue il salvataggio da parte dei quattro mercenari che danno il titolo alla serie. Ammetto che all’inizio ho faticato a stare dietro ai vari nomi e nomignoli dei vari personaggi e, anche se hanno caratteri ben diversi, li si impara a conoscere pian piano. Dopodiché, una volta messo in salvo il ragazzo, questi chiede loro protezione e di fargli da scorta fino a New York. I quattro accettano ma a una condizione: Clover deve essere loro per tutto il viaggio.

Il tutto è poco credibile ma si sa che nei romanzi la fantasia deve viaggiare ad altri livelli, però la scusa e l’accettazione del ricatto sono davvero di un livello medio basso. Il sesso invece è parecchio interessante, per chi ama o non si scandalizza di orge e sesso descritto nudo e crudo.

Diciamo che la passione e l’eros ci sono, mi avrebbe fatto piacere se attorno ci fosse stata anche una storia un po’ più concreta.

Consigliato per gli amanti del genere.

ELEONORA

 338 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *