Recensione “Frat boy and Toppy” di Anne Tenino

 

 

 

 

 

 

Brad è bravissimo a soddisfare le aspettative degli altri. Fare lo stesso con le proprie, però, non gli riesce altrettanto bene. Prendiamo la storia dell’omosessualità. Okay, sì. Gli ci è voluto un incontro mattutino con il culo nudo e peloso di un compagno di confraternita per ammetterlo, ma adesso sa la verità. La sua vita gay può iniziare.
Purtroppo, non è così semplice. Non ha ancora ben stabilito come fare coming out con nessuno, neanche con Sebastian, l’assistente strafigo del suo corso di Storia. Sebastian è tutto quello che Brad non è: intellettuale, raffinato, villoso. Gay dichiarato. E non sembra interessato a lui, nemmeno quando Brad si rende ridicolo cercando di attirare la sua attenzione.
Un punto per l’idiozia: Sebastian fa ben più che notarlo, se lo porta a letto. Brad è già stato con un sacco di ragazze, ma con lui il sesso è tutta un’altra storia: erotico, travolgente, impetuoso e un po’ dominante in un modo che lo fa impazzire. Ma quando quel sesso fantastico diventa qualcosa di più – oserà pronunciare la parola che inizia per “A”? – Brad deve accettare l’umiliante realtà: Sebastian non prova lo stesso. O forse sì? Dopotutto, anche i dottorandi possono essere idioti riguardo alle questioni di cuore.

Spegnete i cellulari, trovate un luogo silenzioso e indisturbato e mettetevi comode, perché questo romanzo vi trasporterà niente di meno che all’interno di una simpatica, romantica e piccante commedia dal sapore tipicamente americano!

Già dalle prime pagine vi accorgerete che le parole svaniranno sotto i vostri occhi trasformandosi immediatamente in immagini degne di un film e, in poco tempo, vi ritroverete a ridere grazie agli schietti pensieri di Frat Boy. Chi è Frat Boy? Avete presente il classico ragazzo bello e sportivo, degno rappresentante di una confraternita universitaria, circondato da belle ragazze ma poco incline a impegnarsi? Ecco, Brad, alias Frat Boy, per tutti è così… per tutti ma non per se stesso. Da tempo, infatti, i suoi pensieri sembrano vivere di volontà propria vagando verso lidi da sempre latenti e mai esplorati, lidi che negli ultimi tempi sembrano avere il volto di Sebastian, il giovane, affascinante e dichiaratamente gay, assistente del suo professore di storia. Brad all’inizio è spaesato, confuso, ma anche curioso, e proprio questa curiosità diventa il carburante che lo spinge a cercare di capire se la sua non sia semplicemente una fase di passaggio o il preludio di qualcos’altro. Appurato che Sebastian è proprio ciò che vuole, non resta altro da fare che buttarsi e provare.

Sebastian, dal canto suo, non rimane certo a guardare! Da tempo attratto dal Frat Boy della situazione, non chiede di meglio che indirizzarlo verso nuove scoperte, ma questo è tutto ciò che è disposto a offrirgli; Sebastian, infatti, non crede nell’amore eterno, nei rapporti duraturi, e non vuole far soffrire Brad, o peggio ancora rischiare di cedere a ciò che non è mai stato disposto ad affrontare. Tra il dire e il fare però…

Un romanzo, leggero, divertente, romantico e piccante al punto giusto; un romanzo che con semplicità e un pizzico di ironia riesce a dare risalto a temi importanti quali l’accettazione di se stessi, la paura del confronto, il coraggio di cambiare e la forza di superare ogni ostacolo che separa dalla felicità.

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA