Recensione “Frammenti di un addio” di Andrew Levine

tramaÈ una dolce sera di fine estate quella in cui Drew Wyatt arriva a Wilmington, Carolina del Nord, luogo in cui, secondo una voce, potrebbe trovarsi la causa dei suoi incubi. Nel parcheggio del locale in cui dovrà esibirsi, Drew, però, incontra qualcuno d’inaspettato.
Lily Cooper, una ragazza dal carattere plasmato nel dolore e nella paura, è incazzata nera con la sua migliore amica per averle fatto saltare un altro turno di lavoro e mentre è in giro a cercarla s’imbatte in uno sconosciuto terribilmente irritante.
Entrambi hanno un motivo per essere lì.
Entrambi sono partiti un anno prima.
Entrambi sembrano diversi, ma hanno in comune più cose di quanto immaginino.
I due ragazzi condividono un passato diverso dalla maggior parte dei loro coetanei e, con quella che sembra essere una semplice sfida, impareranno a conoscersi e a fidarsi, trovando ognuno nel cuore dell’altro un pezzo per completare il puzzle che è il loro cuore, fino a fare i conti con la verità del passato.

recensioneSono già un paio di giorni che ho finito a leggere questo libro, ma non ho avuto la forza di scrivere prima la recensione perché le mie emozioni erano a cavallo delle montagne russe. Non riuscivo nemmeno io a spiegarmi come mi sentivo in quel momento e, se avessi dovuto esprimere un parere, sarebbe venuto fuori solo un gran caos di frasi e parole senza alcun senso per chi mi ascoltava.

Non riuscivo a capire cosa in quel momento prevaleva, gioia, dolore, disperazione e amore frullati bene insieme si aggiravano nella testa insieme ai pensieri.

Questo è il secondo libro che questo giovanissimo autore pubblica come self e, dopo aver letto e amato il primo, ho deciso di leggere anche questo. Sorpresa? Oh sì, estremamente sorpresa. Andrew è cresciuto, il suo modo di scrivere si è evoluto, maturato, si è posizionato su un altro livello. La dolcezza rimane comunque il suo lato predominante, ed è forse questo il motivo per cui i suoi libri mi fanno impazzire. Una dolcezza di altri tempi, quella dolcezza che fino a che non la vedi davanti agli occhi ti dimentichi che possa esistere.

Mi sono ritrovata a sfogliare le pagine interrompendo il contatto con la realtà, ero completamente rapita dalla storia, dai personaggi e da tutto ciò che ha fatto di questo libro un vero e proprio capolavoro. Una storia che di semplice non ha niente, così come non ha niente di banale o di superficiale. Passati burrascosi che inquinano il presente non facendo pensare al futuro, due ragazzi che nella vita hanno preso solo porte in faccia, che hanno sofferto dolori inimmaginabili e che nonostante tutto hanno la forza di perdonare. Un libro che osanna l’amore e te lo fa vivere sotto mille sfaccettature. Un libro che ti svuota e ti travolge.

Se potessi decidere chi mettere nei primi posti di una classifica letteraria, Andrew questa volta avrebbe il primo posto in assoluto.

Bellissimo, travolgente e sconvolgente. Lacrime e sorrisi che si fondono in una bellissima storia d’amore. Perché l’amore non dice addio… mai.

 

Sensualità:

cuori4

Recensione di:

FirmaIceAngel2

Editing a cura di :

mandy

 517 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *