Recensione “Domitilla Wolf e la leggenda dell’hòuzi mao” di Pierluigi Agnelli

 

 

 

 

Domitilla è una ragazzina intelligente che ama gli animali e che può contare sull’amicizia dei suoi due amici, Lucy e George.Domitilla si divide tra la scuola, la famiglia e la sua vita da decenne. Le cose però subiscono un repentino cambiamento quando i gatti del paese diventano misteriosamente aggressivi, seminando il panico a Catsville. Mentre le autorità brancolano nel buio, incapaci di porre fine allo strano fenomeno, Domitilla e i suoi amici, sotto la guida attenta del professor Notorius, cercheranno una soluzione dando la caccia al protagonista di una tremenda leggenda.

Una bella storia per ragazzi, molto scorrevole, ben scritta, veloce e con una bella morale. 3 amici, 1 leggenda, 1 libro da trovare, 1 equinozio come tempo da rispettare, sogni premonitori,un’altra dimensione, 1 Houzi Mao da sconfiggere, coraggio, amicizia e paure… sono gli ingredienti di un ottima storia che ogni ragazzo dovrebbe leggere.

Domitilla, la nostra protagonista di 10 anni, abita a Catsville, ama gli animali ma soprattutto i gatti, insieme ad i suoi 2 inseparabili amici, Lucy e George, si trova coinvolta in questa fantastica avventura. Molto bello il finale e la morale, “molto spesso le paure ci sembrano enormi in confronto a ciò che sono nella realtà e basta urlargli contro che non esistono”.

Mi spiace veramente il fatto che non ovunque, ma in molte città, come dove abito io, i ragazzi non possono essere lasciati liberi di potersi muovere, i ragazzi sono sempre più chiusi in un mondo virtuale dove non c’è calore o una pacca di conforto di un amico, spesso anche se sono in gruppi si isolano con i giochini e non sanno che vuol dire fare marachelle in giro.

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *