Recensione “Dimmi cos’è l’amore” di Floriane Canovas

 

 

La vita di Sophie non è mai stata semplice. Rimasta orfana in tenera età a causa di un incidente d’auto, ha potuto fare affidamento soltanto sull’amore di sua zia. Ormai cresciuta, vive da sola in un appartamento di periferia, lavora in uno studio legale e può contare sull’amicizia di Daniel, il suo migliore amico. I due, amanti del divertimento sfrenato, delle avventure sentimentali e delle feste, hanno in comune una “allergia” verso le relazioni stabili.

Per la ragazza, però, tutto sembra cambiare quando incontra Alex, bello e dannato; inizia a frequentarlo e, nonostante le perplessità iniziali, decide di fidarsi della sua impazienza a ufficializzare la loro relazione. Ma le cose non vanno come previsto, un oscuro segreto pare celarsi nell’ombra. Il destino sembra accanirsi di nuovo contro di lei ma, quando tutto appare perduto, compreso il lavoro che tanto amava, compare all’improvviso lo psicologo Lucas…

Sarà, forse, quella carezza inaspettata, quella parola di conforto sussurrata all’orecchio, quell’abbraccio capace di scaldare e consolare, a farle capire cos’è davvero l’amore?

 

 

Per Sophie è difficile lasciarsi andare all’amore. Rimasta orfana da piccolissima, seppur cresciuta dalla meravigliosa zia, teme di venire abbandonata e, per questo, si rifugia dietro ad un muro che eregge con tutti i ragazzi che incontra, almeno finché non si scontra con Alex.

Trasferitasi in una grande città per iniziare l’apprendistato in uno studio legale, Sophie va a sbattere contro Alex che, sin da subito, si presenta come un bravo ragazzo, ma con una fretta assurda. Se ne accorge anche la protagonista, che, però, coglie l’attimo e si lascia andare, buttandosi nelle braccia muscolose del bel ragazzo. Qualcosa non porta, però, né a noi né alla protagonista. Ma mentre noi continuiamo a leggere di una storia che va avanti senza che Sophie senta le farfalle nello stomaco, la ragazza continua a stare in una relazione che non la soddisfa. Alex non è chi dice di essere: noi lo scopriamo presto, Sophie molto in là. Ma cosa succederà e come è possibile che esista una persona del genere? Chi è Alex davvero?

 

Leggiamo di una continua menzogna: Sophie si nasconde dietro a questa relazione credendo di non sapere cosa sia l’amore, non avendolo mai sperimentato; Alex ha due vite parallele.

Per fortuna, Sophie è una ragazza meravigliosa e riesce a circondarsi di persone che la aiutano e la sostengono sempre. Ho apprezzato il personaggio di Daniel, migliore amico della protagonista a cui è stata affidata una grande personalità. Avrei voluto conoscere un po’ meglio le altre donne della storia, perché avrei avuto modo di approfondire certe dinamiche che, secondo me, avrebbero migliorato ulteriormente il romanzo.

Anche di Lucas avrei voluto sapere di più.

Tutte le storie d’amore raccontate avvengono molto in fretta: nascono in un attimo ed evolvono ancora più velocemente. Il libro è scritto bene, ma tutto scorre troppo veloce.

Nell’insieme mi è piaciuto e lo consiglio.

Prego di fare attenzione ai momenti di violenza: per quanto la delicatezza dell’autrice ci aiuti a sopportare meglio il tutto, serve un warning!

 

firma Claudia

 

 275 total views,  2 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *