Recensione “cuore di terra rossa 2” di N.R. Walker

trama

Fino a quando Travis non è arrivato sulla porta della sua casa, Charlie ha vissuto una vita solitaria. Si è isolato, circondato da un milione di acri di terra rossa, sotto un sole che spacca le pietre e solitudine.
Dopo sei mesi, l’inverno è arrivato sul deserto e Charlie finalmente ha quella vita che non aveva mai sperato di poter avere. 
Ma ciò che comporta il vivere e lavorare insieme ventiquattro ore al giorno, sette giorni a settimana, per sei mesi di fila, inizia in qualche modo a farsi sentire.
Charlie è un uomo molto, molto cocciuto, che tende più a fare conversazioni nella propria testa che non a parlare sul serio, mentre Travis non ha problemi a dire quello che gli passa per la mente. E anche se si sforzano di comunicare, Charlie capisce che sta allontanando Travis, eppure sembra incapace di smettere di farlo.
Quando tutto si ridurrà alla questione se Travis debba andarsene o meno, forse non spetterà a loro prendere questa decisione.

recensione

La prima cosa che ho fatto dopo aver terminato la lettura di questo libro è stata aprire Google e cercare l’immagine di un cucciolo di vompato per poi uscirmene con un “oddio che carino, aveva ragione Trav…”. Tranquilli: lo capirete dopo aver letto questo secondo capitolo di Cuore di terra rossa.
Quando ho letto il primo libro di questa serie me ne sono innamorata. Immaginare il deserto australiano, quegli spazi immensi al contempo bellissimi e pericolosi mi aveva fatto venire voglia di essere lì insieme a Travis e Charlie, i due protagonisti principali di questa storia. Sono perfetti insieme, come il cielo blu e la terra rossa. Travis con la sua gioia di vivere, e Charlie che combatteva contro il fantasma di un padre burbero e omofobo. Li ho amati entrambi fin da subito ma soprattutto Charlie, perché è un uomo che ha nascosto se stesso fino a quando Travis non entra nella sua vita. Un uomo che ha bisogno di amare ed essere amato ma non sa come farlo.
In questo secondo capitolo il mio amore per loro non è affatto scemato. Li vediamo alle prese con i problemi di coppia, una coppia che vive e lavora insieme 7 giorni su 7, con Charlie che ancora deve imparare a comunicare, avendo paura di perdere l’uomo meraviglioso che è Travis senza rendersi conto di quanto lui stesso sia altrettanto speciale per Travis. Ma ogni discussione e ogni paura verrà messa in secondo piano quando il rischio che Travis debba veramente andare via diventa una realtà assai prossima.
È un bel libro, questo secondo capitolo di Cuore di terra rossa. Personalmente l’ho trovato intenso e appassionante. L’intensità dell’animo di Charlie, le sue insicurezze e poi la sua forza e la sua determinazione sono messi a nudo in questo spettacolare scenario di chilometri e chilometri di terra rossa.
Ben congegnati anche i personaggi secondari, che in questo volume hanno una partecipazione più sentita a mio avviso, e quando arrivi alla fine del libro senti di essere diventata anche tu parte di una grande famiglia.
Ne consiglio assolutamente la lettura, perché la storia d’amore di Travis e Charlie è dolce, intensa e ti entra dentro l’anima così come può fare la terra rossa del deserto australiano.
Sensualità:

cuori4

Recensione:

Firmabriciola

Editing:

pandora

 428 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA