Recensione “CUORE DI COWBOY” di JODY PAYNE

 

 

 

 

 

 

 

 

Colby McBride è un cowboy operaio che sbarca il lunario facendo il piastrellista in Colorado. Solitario per scelta, gli piace il lavoro manuale e trova la pace campeggiando in montagna. Gordon James è il proprietario di ben due ristoranti di successo in centro a Boulder. È un uomo sofisticato dedito solo al lavoro e agli affari ed è abituato a ottenere sempre ciò che desidera.

I due sono buoni amici, ma presto Colby si rende conto di essere innamorato di Gordon e decide che è arrivato il momento di mostrargli quanto può essere incandescente la sua compagnia. Stanno ancora esplorando la loro relazione quando, in seguito al suicidio della sorella, Gordon deve assumere il ruolo di tutore legale della nipotina di cinque anni.
Colby, che viene da una famiglia numerosa, vuole dare una mano a Gordon con la bambina, anche per dimostrargli il proprio valore. Nessuno dei due è tuttavia pronto a gestire un cambiamento così improvviso nelle loro vite piene di impegni e nemmeno ad affrontare le complicazioni portate nella loro relazione dall’avere a che fare con la piccola Olivia.

Si dice che gli opposti si attraggano, ma possono due uomini così diversi lavorare insieme per unire le loro esistenze e formare una famiglia stabile, seppur inusuale?

Colby è un bravissimo cowboy piastrellista, lavora sodo e sta cercando di farsi un nome.  Colby è innamorato di Gordon, il proprietario di due ristoranti di successo e i due non potrebbero essere più diversi.

Quando però l’attrazione tra loro sfocia in una sessione di sesso stupendo, entrambi faticano a starsi lontano. Sembra tutto perfetto e tutto semplice, sono amici con benefici e anche se Colby vorrebbe di più, a Gordon la situazione sembra perfetta.

Quando però la sorella di Gordon viene a mancare tutto il loro mondo tranquillo si ribalta. Gordon si ritrova a dover fare da padre a Olivia, una dolcissima bimba di cinque anni e non sa proprio da che parte iniziare, fino a quel momento l’unico bimbo che voleva era il suo ristorante.

Colby si fa da subito in quattro per aiutarlo e presto la loro storia diventa qualcosa di più della semplice avventura di sesso, ma mentre Colby è pronto ad impegnarsi in una relazione seria, Gordon è spaventato.

Ci vorrà l’impegno di entrambi perché funzioni e Gordon dovrà imparare a rivedere le sue priorità.

Nel complesso è una bella storia, piacevole da leggere. I personaggi sono entrambi ben definiti e le dinamiche della loro relazione hanno i tempi giusti. Non ci sono momenti morti e la narrazione è sempre ben ritmata e quindi non noiosa.

Una lettura sicuramente consigliata.

Sensualità: 

Recensione: 

Editing: 

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA