Recensione “Crossroads” di Marzia Adelfio

 

 

 

Ne sanno qualcosa Travis e Leah, il cui amore è costellato di scelte sbagliate e occasioni perse. A trent’anni non potrebbero essere più distanti: lui solo, dopo un passato difficile, con una figlia da crescere e un sogno chiuso per sempre in un cassetto, lei scappata a New York e intrappolata in una vita che la sta spegnendo.

Sarà proprio una serie di scelte sbagliate a far intrecciare di nuovo le loro vite nell’assolata Los Angeles e a far loro capire che è proprio quando tutto sembra perduto che nascono le occasioni migliori per ricominciare.

Un libro che parte in sordina, un amore tormentato finito, e con un perchè ancora da scoprire, un lento avvicinarsi alla verità.

Una piccola scoperta di un’autrice che ho apprezzato molto.

La lettura si presenta con un ritmo abbastanza lento all’inizio, il tormento di questo amore, i ricordi che assillano i protagonisti, una friend-zone valicata e spazzata via in un attimo.

Sei anni dopo e la resa dei conti dietro l’angolo.

Ritrovarsi è un colpo al cuore, parole non dette, sentimenti taciuti per troppo tempo, la ricerca disperata di quel volto amato e quel cuore che sanguina ad ogni ricordo.

Un dolore acuto ad ogni pagina, due cuori che battono all’unisono ma troppo distanti tra di loro.

Avere la felicità a portata di mano e lasciarsela scappare.

Due protagonisti spezzati, una storia senza epilogo.

“Quando ami qualcuno, diglielo. Domani potrebbe essere troppo tardi.”

firma Anna

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *