Recensione “Così come sei” di Alessia Litta

 

 

 

 

Flavio è un fotografo di moda che ha lottato per arrivare ad affermarsi. È conosciuto e stimato, eppure da qualche tempo sta attraversando una crisi che rischia di mettere in discussione il lavoro di tutta una vita. Quando, però, vede Arianna, una giovane dal comportamento schivo e introverso, e uno sguardo capace di bucare, capisce che non tutto è perduto. Lei è la modella di cui ha bisogno in questo momento. Ma la ragazza non vuole nemmeno sentir parlare di posare davanti a una macchina fotografica e rifiuta la proposta di lavorare per lui.

Tuttavia Flavio non può rinunciare a scoprire il mistero che si cela dietro quello sguardo. Perché Arianna stessa è un mistero. Perché Arianna ha un segreto. Ma quando infine la ragazza accetta, pone una condizione ben precisa.

Flavio scenderebbe a patti con il diavolo pur di averla, ma saprà rispettare una promessa che per Arianna è sacra?

Tra una Roma caotica e romantici paesaggi autunnali sugli Appennini d’Abruzzo, i sentimenti di Arianna e Flavio usciranno allo scoperto. E i due impareranno finalmente cosa significa accettarsi e amarsi per quello che si è.

Ho appena chiuso il libro e sono ancora nel mio limbo. Sogno di quei paesaggi autunnali. Sento il rumore di una foglia che cade a terra, il gorgoglio di un fiume di montagna, i passi lenti di un castoro. La melodia del vento suonata attraverso gli alberi. La poesia di un’alba e i raggi del sole dare vita ai colori. Vedo quei colori sgargianti e sfavillanti. Odoro il profumo di muschi, di corteccia, di foglie bagnate.

Alessia ha saputo ricreare così la poesia nei suoi ambienti, che sento ancora il bosco parlare, i colori rincorrersi e gli odori impregnare l’aria.

Una storia con tematiche forti, molto attuali, è stata abile a creare le giuste atmosfere, le giuste leggerezze, le giuste emozioni. A costruire una cornice perfetta per far scoprire la vera bellezza.

Brava, sei riuscita a creare una raccolta di emozioni.

Una delle frasi che più mi ha colpito del libro è stata “Oggi so che posso imparare ad amarmi”.

Da qui immaginate una ragazza che non si accetta, che non accetta la sua diversità, il suo segreto. “Miss macchia” non sa cosa vuol dire la parola amore e soprattutto, non sa cosa si prova ad amare. Come può una ragazza riuscire ad amare se non sa amare se stessa?

E Flavio, un fotografo di successo che ha perso l’ispirazione e che cerca la sua musa, la cifra da cinque zeri.

Come può un fotografo immortale la bellezza se non sa cosa realmente sia la vera bellezza?

E se poi il fotografo vede oltre l’apparenza? Vuole cogliere quelle emozioni nascoste? Riuscire a immortale tutte quelle sensazioni spoglie: rabbia, sfida, dolore, ritrosia. “E questa sei tu. Un cuore e un’anima fatti di contrasti. Perchè ti porti dentro ferite e insicurezze profonde, e tuttavia sfidi la vita con forza”. Se riesce a farsi soggiogare da quel fascino. Se l’uomo prendesse il posto del fotografo, cosa accadrebbe?

All’improvviso la vedi pura ed innocente, come una fatina dei boschi.

E lei per la prima volta si “sente esposta”, nuda di fronte a due occhi che scorrono lentamente sul suo corpo. Sentire qualcosa muoversi nel ventre… e scoprire un nuovo sentimento.

“Cosa mi hai fatto? Perché è diventato impossibile smettere di pensarti?” l’inconsapevolezza di provare amore e la certezza che adesso non si torna indietro.

Una promessa non mantenuta, la paura di se stessi, la paura di fallire.Una storia comune, una città eterna, due ragazzi in cerca di se stessi, tutto questo in un unico romanzo da leggere. Sedetevi, aprite il libro e lasciate la libertà alle parole di volare.

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA