Recensione “Contro la marea” di Keira Andrews

 

 

 

 

Alla deriva in un mondo post apocalittico, tutto quello che hanno è… se stessi. Sarà abbastanza?
Un virus che trasforma gli infetti in assassini simili a zombie si sparge come un incendio trasformando il mondo in un caos senza legge. Gli innamorati Parker e Adam sono in fuga in mare aperto quando sentono un messaggio che arriva da un posto chiamato Salvation Island, che dovrebbe essere un rifugio sicuro.
Orfano sin da quando era bambino, il lupo mannaro Adam ha sempre desiderato un branco. Non vede l’ora di indagare su quell’isola, ma Parker non crede nemmeno per un nanosecondo che ci si possa fidare di quella voce alla radio. Lui non si fida di nessuno tranne Adam, ed è deciso a continuare così. Non hanno bisogno di nessuno a complicare la loro lotta per la sopravvivenza. Oppure sì?
In alto mare il pericolo può arrivare alla superficie in un batter d’occhi, e se Parker e Adam non fanno attenzione, la corrente li trascinerà sotto.

Lupi mannari ed un virus che trasforma tutti in zombie, ecco gli ingredienti per trasformare la terra in un’apocalisse, il mare è l’unico luogo sicuro… Adam e Parker, soli, alla deriva, in lotta per la sopravvivenza, cercano di arrivare a Salvantion Island. Questi due ragazzi non hanno più nulla, solo il loro amore. Adam è un lupo mannaro orfano fin da quando era piccolo e ha sempre desiderato poter interagire con altri lupi ed essere accettato per quel che è. Parcher è il diffidente, pieno di dubbi e paure, sono così diversi ma così affini che non potrei immaginarli separati. Gli scenari sono limitati, quasi sempre sono in alto mare, ma gli avvenimenti si susseguono velocemente e la scrittrice è stata molto brava a descrivere le scene e a far venir voglia al lettore di restare incollato alle pagine. Le scene di sesso sono forti ed esplicite, ma non romantiche. Il finale è un bel lieto fine, ma molto classico e scontato.

 

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *